Titolo

Lega Nord, da cura a cancro

6 commenti (espandi tutti)

Alberto, sei partito per la tangente per cui questa è l'ultima mia risposta visto che o giriamo in circolo o discutiamo dei massimi sistemi e la questione iniziale, che era una questione puntuale, è svanita.

Molte delle cose che riporti sono fatti veri, ma dai ad essi interpretazioni e valenze che non stanno né in cielo né in terra. Per questo, un tot di commenti fa, ti ho chiesto QUALE sia la tesi politica che stai avanzando. Continua a sembrarmi oscura. L'unica che intravvedo è una difesa impossibile di una purezza leghista (cum BS quando serve) che proprio non corrisponde ai fatti, e che con i fatti che citi nulla ha a che vedere.

Vedo che Giovanni Federico ha già provato a  farti capire che i prepensionamenti sono regali ai lavoratori e frutto di richieste sindacali, ma tu insisti a dire che sono regale alle aziende. È un'affermazione assurda, come i mille casi di aziende che chiudono e dove si "risolve" il problema occupazionale (ossia: i dipendenti dovrebbero trovarsi un altro lavoro, magari altrove, ma non vogliono quindi c'è un "problema occupazionale" ...) con il prepensionamento di massa. Non ho capito in questi casi, che sono la norma, cosa ci guadagni l'azienda: chiude comunque. Non ho neanche capito perché ad una Pirelli (per dire) dovrebbe convenire avere una struttura salariale basata tutta sull'anzianità visto che i suoi concorrenti esteri non ce l'hanno. In media queste aziende, quando han potuto, son fuggite per evitare quei contratti, appunto. La FIAT di Marchionne è solo un altro esempio. Infatti la risposta che dai a GF mostra che non hai capito come funziona il mercato del lavoro in un paese dove non vi sia potere sindacale supportato dai politici. Le cosidette "norme anti discriminazione" sono, anch'esse, "conquiste" sindacali. Ma lasciamo stare, tanto è irrilevante per la questione che stavamo discutendo.

Ciò che è RILEVANTE è che i prepensionamenti, la CIG e tutto il resto valgono per TUTTE le aziende italiane, tutte. Ed a tutte si applicano. Per cui, delle due l'una: o tu sostieni che l'imprenditoria italiana è di sinistra ed anti-BS o l'intero argomento diventa irrilevante. Il sistema italiano (che BS e LN si son ben guardati dal modificare da 16 a questa parte) sussidia i garantiti (siano essi imprese o lavoratori, fa lo stesso) indipendentemente dal fatto che siano (nello strano sistema di scatolette che ci vuoi imporre) di "sinistra" o di "destra". Fine, ed il caso è quasi chiuso.

Manca un pezzo: QUESTO governo, con in testa il vero capo della LN (Giulio Tremonti) ha usato a man bassa la CIG e l'ha difesa. Tanto che sino all'altro giorno Voltremont e compari, inclusi i LN, sostenevano che i CIG non sono disoccupati ... ora han scoperto che lo sono! Idem per il precedente governo BS con prepensionamenti. Quindi, non vedo alcun ATTO da parte della LN teso ad eliminare o anche solo ridurre questi strumenti che tu consideri "sussidi di stato" ad industriali padani di sinistra nemici della LN. Ora l'argomento a me sembra chiuso.

CdS. Qui siamo all'estremo. Potrei argomentare che, proprio a causa di quell'endorsement, Mieli ha perso il posto, ma non lo faccio anche se sarebbe equivalente a seguire la tua stessa logica. Il CdS appoggia i governi, da sempre. La FIAT pure, da sempre. Quando c'era da appoggiare BS l'hanno appoggiato. Non appoggiano la LN? No, non l'appoggiano. È per questo che ce l'hai con loro? Comprensibile, visto che sei un fan della LN. Ma tra questo e teorizzare che sono di sinistra c'è un mare. La conclusione è, quindi, che a UNA PARTE del capitale del Nord non piace la LN: embé? Cos'è, obbligatorio? Dal 2000 circa non piace neanche a me, pensa un po'! Ad un'altra parte dell'imprenditoria del Nord invece piace. Ora sta a te provare che piace solo ai produttivi e non piace agli assistiti e questi sono tutti di sinistra ...

A meno che anche tu non abbia adottato la regola di BS secondo cui chiunque non l'appoggia è comunista. Perché, oramai, questa parte del tuo argomento a questo si riduce.

Poi viene la parte di pura fantasia. A leggere la tua frase sembri suggerire che LN e BS sarebbero gli anti-statalisti e non proni ai sussidi. Io mi domando: dove vivi? All'atto dell'elezione, proprio per le grida leghiste, BS ha messo in atto uno dei peggior casi di sussidio di stato dell'ultimo ventennio, creando la nuova Alitalia. Con chi l'ha fatto? Con una dozzina di grandi imprenditori italiani, tutti padroni di grandi imprese (tutti di "sinistra" nel tuo fantastico mondo) tutti sussidiati sia direttamente con Alitalia sia indirettamente nei mesi a venire a mezzo di concessioni statali. Tutto questo chi l'ha fortemente voluto? LN e BS!!

La Regione Lombardia pratica una politica estesa e diffusa di sussidi alle imprese locali, eppure è la regione della LN, o no? Per verifiche, visita il sito della regione. Idem per le quote latte, grande bandiera leghista (sui pagamenti delle multe fai affermazioni erronee, vedi qui).

Infine, tutta l'ultima parte del tuo post con tutte le citazioni è puramente ortogonale alla discussione. Cosa vuoi provare? Mi sembri avere riconosciuto che, fra i grandi sussidiati dello stato, BS primeggia. Ho mai detto che era l'unico? NO. Ce ne sono anche molti altri? Si'. Quindi? Quindi nulla. Molti dei sussidiati sono amici e supporters suoi, altri no. Sono capitalisti, si fanno la guerra, è normale. Le alleanze si fanno e si disfanno. It's boardroom power, non c'entra nulla essere di sinistra o meno: cercano di controllare aziende con pochi investimenti. Entrare in Mediobanca dà potere, chi è dentro cerca di tener fuori chi ci vuole entrare. Capitalismo normale, in salsa italiana. BS è parte integrante del medesimo, da trent'anni almeno.

Vuoi altrimenti sostenere che ci sono i contratti di lavoro e la LN e BS non li vogliono mentre la grande industria di sinistra sì? Che le imprese italiane ricevono aiuti statali da sempre ed a iosa ma che LN e BS hanno cercato di eliminarli? Che lo scambio fra imprese e governi è quotidiano ma LN e BS si sono rifiutati? Spero vivamente di no. Quindi? Quale sarebbe la rilevanza di tutte quelle citazioni per la questione di fondo, ossia la natura parassitario-statalista, tanto quanto i loro precedenti, di BS e LN?

Alberto, questa è nFA! Queste cose le spieghiamo da qualche decennio, da ben prima del blog! Il punto non sta certo lì! Il punto, almeno in questa querelle, sta altrove:

Forse che la LN e BS hanno fatto QUALCOSA di concreto, in 16 anni, per cambiare questa situazione? No, anzi l'hanno peggiorata come abbiamo potuto verificare! Da anni la LN chiede addirittura DAZI sul commercio per proteggere le imprese a lei vicine! Se non ci sono i dazi oggi in Italia è solo grazie alla "comunista" UE, fosse per la LN ci sarebbero!

Quindi, mi spieghi di cosa parli quando t'inventi questa artificiale distinzione fra degli imprenditori "assistiti e di sinistra" ed una coalizione alternativa, BS+LN, che vorrebbe la fine dell'assistenzialismo, la concorrenza e tutte quelle belle cose lì e che è osteggiata dal terribile padronato italico alleato al PD ed ai sindacati? I fatti mostrano che la coppia LN+BS (con Voltremont come collante) è la coppia più parassitica, statalista, pro-sussidi, anti mercato ed anti concorrenza degli ultimi 20 anni. End of story!

Ciò che è RILEVANTE è che i prepensionamenti, la CIG e tutto il resto valgono per TUTTE le aziende italiane, tutte. E

Quanto scrivi non e' corretto. I prepensionamenti e la CIG in deroga sono sostanzialmente decisioni politiche, tanto e' vero che 1) le imprese le chiedono (strano che le chiedano se a loro non conviene come sostieni tu assieme a GF) 2) i politici decidono, quasi sempre per quel che so concedendo meno di quanto richiesto, e comunque facendo scelte impresa per impresa, con un mare di criteri entro i quali trova ampio margine l'arbitrio politico, italian style 3) sindacati e opposizioni tipicamente protestano criticando chi decide e chiedendo di piu' (strano che lo facciano se tutto fosse automatico, imparziale e valido equamente per tutti come apparirebbe da come descrivi la materia tu).

 

 

I fatti mostrano che la coppia LN+BS (con Voltremont come collante) è la coppia più parassitica, statalista, pro-sussidi, anti mercato ed anti concorrenza degli ultimi 20 anni. End of story!

condivido entusiasticamente, però sarebbe interessante capire quale mutazione genetica avrebbe colpito la Lega dal '93 quando Lei pensava che fosse una alternativa o il meno peggio. Come dice la saggezza popolare, dai frutti conoscerete l'albero, il buongiorno si vede dal mattino and so on.

PS sugli ammortizzatori sociali: e ti credo che ci hanno pompato soldi e hanno negato che i CIG siano disoccupati... le manifestazioni dei disoccupati e le percentuali di disoccupazione non fanno un bell'effetto sugli elettori. E rifinanziare la cassa integrazione è più facile che inventarsi politiche efficaci per le imprese e il mercato del lavoro.

 

Il CdS appoggia i governi, da sempre. La FIAT pure, da sempre. Quando c'era da appoggiare BS l'hanno appoggiato. Non appoggiano la LN? No, non l'appoggiano. È per questo che ce l'hai con loro? Comprensibile, visto che sei un fan della LN. Ma tra questo e teorizzare che sono di sinistra c'è un mare.

Mi stai esaurendo su questo tema... Dove avrei scritto che il CdS e' di sinistra???? Bel modo di discutere, inventare le tesi altrui.

Il CdS e' organo di propaganda e disinformazione al servizio degli imprenditori assistiti che scelgono il PD, e in subordine Fini e Casini (quindi sia CS che CD), unicamente perche' ritengono questi partiti i migliori alleati per ricevere protezione, sussidi e aiuti statali. Quello e' il loro interesse primario, altro che sinistra, complessivamente sono gli eredi dei fan di Bava Beccaris, hanno incassato la spesa pubblica fascista, dubito che siano molto cambiati, per fortuna i tempi sono cambiati anche se non abbastanza.

Ti riassumo per l'n-sima volta come la penso su questo tema.  I grandi imprenditori assistiti sono in maggioranza contro BS, per ragioni loro, forse perche' BS li batte nello sfruttamento dello Stato a suo vantaggio, magari hanno anche ragione e per diversi aspetti li si puo' ritenere migliori di BS, sta di fatto pero' che sono in maggioranza contro BS e sono in maggioranza contro la LN che si oppone ai sussidi alla grande impresa. 

Gli assistiti non sono ne' di destra ne' di sinistra, sono per i sussidi e la protezione di Stato a loro favore. Gli va bene che la TAV costi in Italia 3-6 volte di piu' che in Francia, Germania e Spagna: incassano loro.  Non gli importa molto delle tangenti, dei lussi dei vertici romani, della spesa clientelare al Sud, purche' tutto cio' non riduca i loro interessi personali, specificamente oltre alle commesse pubbliche protezioni e aiuti di Stato, eventualmente anche tramite aiuti al Sud lasciando colare una parte del grasso in quei posti.

Nella situazione politica recente, ritengono che corrisponda meglio ai loro interessi il PD, e in subordine Fini e Casini. Sono disposti ad accomodamenti temporanei col CD e con BS in particolare (Ruggiero, Quadrio Curzio) quando non hanno altra scelta. Ovviamente incassano qualunque cosa arrivi anche dal CD, ma continuano a ritenere sul lungo termine che saranno piu' garantiti col PD, e in subordine da Fini e Casini, e usano i mezzi a loro disposizione per avvantaggiare i primi e per danneggiare BS+LN.

C'e' stato o non c'e' stato l'endorsement ufficiale del Corriere della Sera a favore del PD e in subordine a Fini e Casini? Se il CdS fosse governativo come scrivi, perche' avrebbe dovuto fare quell'endorsement esplicito contro il ~40% dello spettro politico del Paese?

 

complessivamente sono gli eredi dei fan di Bava Beccaris

scadiamo nel ridicolo

e sono in maggioranza contro la LN che si oppone ai sussidi alla grande impresa. 

vabbé, Alitalia ce la siamo sognata la notte e comunque "go ahead, make my day": Non diamo più il centesimo alla Fiat, poi ai subfornitori che non vedono più un euro glielo vai a spiegare te che è per il loro bene. In quanto li fai i cento metri?

 

Gli va bene che la TAV costi in Italia 3-6 volte di piu' che in Francia, Germania e Spagna: incassano loro. 

e voi state nel governo che vuol far chiudere Report quando rende pubblico questo andazzo

i lussi dei vertici romani

invece il Trota campa a pane e cicoria e vive in un tugurio

 

C'e' stato o non c'e' stato l'endorsement ufficiale del Corriere della Sera a favore del PD e in subordine a Fini e Casini? Se il CdS fosse governativo come scrivi, perche' avrebbe dovuto fare quell'endorsement esplicito contro il ~40% dello spettro politico del Paese?

 

Bell'esempio di marxismo volgare: pensi che il CdS sia unicamente un megafono della classe dominante che pedissequamente ripete la linea del padrone? Un filo di autonomia della sovrastruttura no, eh?

Appunto, contro il 40% dello spettro politico del paese: che se l'aritmetica non è un'opinione è una minoranza visto che il 60% non è d'accordo. E oltre al dato numerico, vogliamo parlare della qualità della leadership e della performance? Pressione fiscale invariata, ministre che si danno della "cagna" in pubblico, debito pubblico in aumento, SB ormai patologico, Calderoli che si crede il Montag di Farenheit 451 e brucia le leggi inutili, amministrazioni locali che cacciano fuori ordinanze cervellotiche: tre anni buttati, ce n'è abbastanza da dare un endorsement a chiunque altro, anche ad Attila l'Unno, ai barbari di Kavafis e al canaro della Magliana, piuttosto che a loro.

 

 

 

 

 

 

La conclusione è, quindi, che a UNA PARTE del capitale del Nord non piace la LN: embé? Cos'è, obbligatorio? Dal 2000 circa non piace neanche a me, pensa un po'!

 

direi che l'idea è quella: se vivi al nord devi votare Lega sennò sei un traditore fascio-centralista-comunista probabilmente sanguemisto della patria Padana. Non tanto solo la CSU in salsa italiana (che poi è CL-CdO, vedi Statera su Affari & Finanza di oggi), ma un populismo a torsione e vocazione totalitaria.