Titolo

Di chi è vittima l'Irlanda?

1 commento (espandi tutti)

L'Iralanda è vittima della pluriennale politica di tassi artificialmente bassi che da una parte ha esasperato gli investimenti a piu' lunga scadenza facendo apparire profittevoli progetti che non lo erano e dall'altra ha permesso un'espansione paurosa degli aggregati monetari (M3 è cresciuta per anni prossima al 15%) che ora si traduce in "Too big too fail". Inutile ricordare perchè il fenomeno si è annidato proprio in Irlanda e non per esempio in Italia

Però a me sembra che non solo lupi e sciacalli ma anche l'articolo predichi regolamentazione e stato come soluzione dove dice: "il famoso "mercato" sia una bestia delicatissima, che va sia "attentamente" che "soavemente" regolata e come sia rischiosissimo lasciare che il "mercato" venga identificato con "quelli che comandano il mercato"" Per quest'ultima affermazione bisognerebbe poi ricordare che la moneta in un sistema di banca centrale non entra nel mercato dal cielo ma da precisi punti: sono proprio quelli dove si creano "quelli che comandano il mercato" e dove si origina il notevole trasferimentio di ricchezza cui abbiamo assistito e continuiamo ad assistere.