Titolo

Di chi è vittima l'Irlanda?

4 commenti (espandi tutti)

A proposito dei "lupi e sciacalli" del "V & V italiano" che andranno ad attaccare le politiche 

che tagliare le tasse e la spesa pubblica per stimolare quella privata alla fine fa danno, che aprirsi agli investimenti dall'estero per importare tecnologia espone a troppi rischi

 

però anche Seminerio nell'articolo che lei cita non dà un giudizio troppo positivo sulla politica fiscale irlandese:

Tra le motivazioni della resistenza agli aiuti vi era inoltre il timore che la Ue potesse porre come condizione l’aumento dell’aliquota d’imposta sulle società, oggi al 12,5 per cento, vista dagli altri paesi europei come una sorta di dumping fiscale, e che ha finora consentito a Dublino di attrarre e mantenere multinazionali, spesso con pratiche fiscali piuttosto eterodosse e basate su triangolazioni con paradisi fiscali.

Ho l'impressione, che però non saprei articolare meglio di così, che le basse tasse sulle imprese abbiano fatto parte della bolla speculativa (le multinazionali si stabiliscono in Irlanda a soli fini fiscali, i loro capitali aumentano la liquidità disponibile, le banche la pompano nel sistema) e del mix sistema politico disfunzionale e corrotto / cattura del regolatore

 

Inoltre un commentatore irlandese su Amazon ha scritto, a proposito di Ship of Fools, che

probably the most depressing part of O'Toole's litany of governmental ineptness is the section that documents the abysmal ranking of Irish graduates in the areas of computer science and information technology

e mi sembra strano che si possa importare tecnologie senza formare la relativa forza lavoro.

 

PS. L'altra sera a una riunione del circolo del PD che frequento ho ribattuto all'esponente politico locale che aveva cominciato la solita filippica su banche e speculazione facendo notare che il debito pubblico dipende first and foremost dalle scelte del paese, che se non cresce e/o non fa pagare le tasse e alza la spesa poi ha bisogno del debito e i debitori si cautelano, come è logico, dal rischio di default perché hanno prestato i loro soldi (o comunque soldi altrui che erano in loro gestione).

La corruzione delle menti prodotta da questo sito avanza... :-)

 

 

 

La corruzione delle menti prodotta da questo sito avanza... :-)

Grande il disordine sotto il cielo. La situazione è dunque eccellente.

Se posso intervenire, no, non è strano. Importano anche informatici ed ingegneri, anche italiani, tutti dispostissimi a muoversi per 2500 Euro al mese (first job). Chiedere ad Accenture ad esempio.

...e che ti ha risposto 'sto Guru del tassa e spendi?