Titolo

Di chi è vittima l'Irlanda?

1 commento (espandi tutti)

Articolo asciutto (unica sbavatura "irritante accento": a qualcuno può non piacere anche quello dei veneti, dei romani, dei milanesi, ecc.) ed efficace.

Importante la frase sul pericolo di identificare il mercato con gli incumbents che, proprio perché tali, possono sfruttare relazioni con la politica per essere protetti anche quando sarebbe più corretto lasciare entrare altri nel mercato; mi ha ricordato Rajan e Zingales, Saving Capitalism from Capitalists, peraltro all'epoca (2003/2004) sbeffeggiato da Marco Vitale sul Sole-24 Ore.

Mi chiedo e chiedo, però: fino a che punto si tratta di un atteggiamento realistico? Fino a che punto, cioé, possiamo credere che gli incumbents rinuncino a cercare la protezione del potere politico ed i politici si astengano dal concederla? L'esempio di Paulson che lascia fallire Lehmann e salva AIG come può essere interpretato?

Vero è che i salvataggi, prima o poi, si pagano ... se ho inteso bene quanto sta avvenendo per l'Irlanda.