Titolo

Di chi è vittima l'Irlanda?

5 commenti (espandi tutti)

Ok, ma a parte l'azienda trasporto pubblico, chi è che tiene più di 100.000 euro in cash?

beh, gli sfortunati ne avevano in deposito €7 milioni! le aziende con cash non garantito sono quindi moltissime e potrebbe essere un bel problema sistemico, anche senza le vecchiette in fila.

figuriamoci in irlanda...il possibile default delle tre principali banche del paese non è mai un scelta facile.

le banche online oltre al cc hanno il deposito.

La garanzia di 100k euro vale per entrambi?

cioè 100+100? no, soldi in conto e in deposito fino a circa 100k complessivi

cmq ti mando il riferimento ufficiale. molto chiaro: vorrai mica fidarti del parere di uno sconosciuto pescato in rete? :-)

posso aggiungere che fino ad un paio di anni fa, la questione in italia era considerata del tutto oziosa: non si aveva memoria di fallimenti bancari, non accadevano proprio. lo stesso banco ambrosiano, di cui ho il titolo cartaceo in cornice, per il correntista fu un non-evento: ci aggiunsero nella notte un "NUOVO" davanti al nome e per i clienti finì lì.

no intendo la differenza fra conto corrente e deposito

che differenza c'è fra "depositi" esclusi ( prima riga delle esclusioni )

i depositi e gli altri fondi rimborsabili al portatore; 

e questi depositi garantiti ( i conti correnti non sono mai citati come tali )

comprende nella protezione offerta ai depositanti i crediti relativi ... sotto forma di depositi

 

io ho menzione del fallimento della Banca Unione di Sindona ( convenzionata con la ditta dove lavoravo )

sono stato in coda ore per ritirare i miei soldi , i miei colleghi che non lo fecero li aspettarono per quasi due anni , senza interessi , in un periodo in cui l'inflazione era oltre il 20%

i depositi al portatore sono quelli non nominativi, i vecchi libretti al portatore, ormai in disuso. questi sono esclusi in quanto il limite è per depositante, che quindi deve avere un nome. i depositi sono tutto quello che ho dato alla banca, sotto sua responsabilità per così dire. certamente anche i conti correnti. nel caso del conto arancio, il conto di deposito, pur senza vincoli temporali, è diverso dal conto corrente per l'operatività permessa sul secondo (bonifici, domiciliazioni, assegni eccecc) ma entrambi godono della garanzia interbancaria.

quanto al caso di banca unione, quei sanguinosi anni di attesa sono stati tempi tecnici della speciale procedura di liquidazione coatta ammistrativa, che ha consentito il desiderato rimborso totale dei depositi. sostanzialmente, sono stati gli altri grossi creditori, in primis le tre bin a permetterlo.le procedure fallimentari in genere, l'argomento della discussione, avrebbero comportato una tosatura. quanto possano essere adesso i tempi tecnici di intervento del fondo di garanzia, non lo so perchè non è mai scattato. non sarebbero cmq brevi: c'è da dichiarare il default, fare i conti su tutte le posizioni  eccecc.