Titolo

Di chi è vittima l'Irlanda?

5 commenti (espandi tutti)

L’Irlanda dunque è sfruttata imperialisticamente dalle imprese straniere e fortemente condizionata nelle sue scelte di politica fiscale e del lavoro.

Il basso costo del lavoro e le basse tasse sulle imprese impediscono all’Irlanda di sfruttare a pieno tali investimenti : dato che la maggior parte dell’industria manifatturiera è di proprietà straniera, un considerevole ammontare di profitti viene rimpatriato ogni anno, determinando un esteso gap tra PIL e PNL

 

imperialisticamente?

secondo te senza investimenti stranieri gli Irlandesi sarebbero stati piu' o meno ricchi lungo l'arco di tempo considerato?

PS: richiedo a gran forza gli emoticons alla redazione.

 

 

Meno ricchi.

Ma il capitalismo non è che non smuova. IL problema è come, per quanto, quanto ti fa fare l'ottovolante, e come ti lascia alla fine. Adesso hanno la disoccupazione come il 1994. Poi si vedrà. E comunque il loro tipo di economia è una economia fortemente competitiva, che presuppone che altri debbano languire. Infatti, dove NON sono andati tutti quei capitali ?

Quando poi sono entrate le economie dell'Est, loro hanno cominciato ad avere un poco di paura. Poi è arrivata manodopera dell'Est Europa in casa. E loro cominciano a fare gli xenofobi.

Insomma, la loro ricchezza è troppo condizionata dall'esterno

[...] il capitalismo [...] come ti lascia alla fine [...]

Insomma, la loro ricchezza è troppo condizionata dall'esterno.

Tutti ricordiamo l'invidia che vent'anni fa provavamo per la fiorente economia della DDR, no? Mi associo a Corrado per la richiesta di emoticon!

Della DDR non ho ancora parlato. Altro è un economia "intofata" (DDR), altro un'economia strainculata (Ireland)

:-)))

Non c'è bisogno di emoticon. Bamboccioni !!!