Titolo

Vendola, Microsoft e i cantinari

4 commenti (espandi tutti)

 

Per esempio: quanti web server, a naso ed in %, girano su OSS e quanti su MSS?

Secondo netcraft, che è la voce più attendibile in materia, a novembre 2010 apache (open source) è ampiamente leader del mercato web servers.

Però io vedo una lotta tra Apache (open source) e Microsoft (intendono IIS?). Ma siamo sicuri che sia sensata?

Cioè so per certo che ai server Java viene spesso anteposto un Apache, allo scopo di gestire alcuni aspetti del traffico web. In realtà il sistema è composto al 99.9% da Java e solo per l'0.1% da Apache. E  magari, secondo questa statistica, risulta Apache dal momento che è il componente esterno.

Confermi, o vale solo per Java?

Vale per tutto, e non si può fare una regola generale, ma a grandi linee:

  • servizi scritti in .net o server che usano pesantemente servizi MS tipo exchange o sharepoint tendono ad usare IIS su windows
  • servizi scritti in java, php, ruby, python,... tendono ad usare apache su linux

Non mancano gli ibridi, dal .net su apache/linux al php su IIS.Nelle intranet è abbastanza comune avere un po' di tutto: applicazioni fatte in casa o di terze parti un po' in .net,un po' in PHP ed un po' in java, tutto esposto dallo stesso server.

In ogni caso il punto è che MS non è competitiva per i web server: obbliga a pagare licenze e non da valore aggiunto, tranne quello che può derivare dal know-how interno: se ho 20 sistemisti windows (sviluppatori .net) e nessun esperto linux, per piccoli volumi i costi di licenza son trascurabili rispetto a quelli di gestione.