Titolo

Due idee per Mariastella e chi verrà dopo di lei

2 commenti (espandi tutti)

hai ragione! evidentemente avevo la versione approvata dalla camera e non ancora quella approvata dal senato.  nella prima si leggeva (art 4):

 

Nei limiti delle risorse disponibili sul fondo, sono esclusi dall’obbligo della restituzione gli studenti che hanno conseguito il titolo di laurea ovvero di laurea specialistica o magistrale con il massimo dei voti ed entro i termini di durata normale del corso;

questa cosa e' sparita in senato! male, molto male (la norma era una componente fondamentale di un buon sistema di incentivi: fai l'universita' gratis anche se non prendi una borsa oggi se dimostri che in un'ottica di lungo periodo la borsa la meritavi).  e conferma quello che dici: sono sotto tutela di tremonti.

grazie mille per la precisazione.

 

A me sembra che la cosa sia sparita alla Camera (emendamento ritirato), perche' per far passare il DDL con il cantiere della legge di stabilita' ancora aperto non era possibile accogliere emendamenti che prevedessero spese aggiuntive (cosi' ho capito io).

Ad ogni modo c'e' una bella differenza (specie per chi non e' di famiglia facoltosa) tra il condono del prestito (in caso di laurea col massimo dei voti) ed una vera e propria borsa di studio.

PS: inoltre, come membro di commissione di Laurea, sarei molto in imbarazzo sapendo che una piccola fluttuazione del giudizio comporta per il candidato una spesa (o risparmio) di diverse migliaia di euro.