Titolo

Due idee per Mariastella e chi verrà dopo di lei

2 commenti (espandi tutti)

Forse non ho capito

Capitalizzare le spese di R&D dovrebbe dare vantaggi solo i primi anni : a regime , a meno di crescita vertiginosa di tali spese , tanto capitalizzi e tanto metrti a bilancio di depreciations.

( nel caso di ammortamento triennale che tu citi se spendi 100 ogni anno il primo anno crei un extra utile di 100 , il secondo di 67 , 100 - 33 di ammortamento , il terzo di 33 ed il quarto ciò che capitalizzi è uguale a ciò che paghi in ammortamento )

E alla fine , nei primi anni , hai pagato più tasse sugli utili 

Mi pare un'operazione solo molto costosa , o sbaglio?

 

 

 

In caso di vendite costanti o in normale crescita è esattamente come dici. E infatti non lo fa nessuno.

E infatti i nostri prodi ricercatori si convincono che le PMI, ma in generale le industrie italiane investano meno in ricerca e che i sistemi fiscali non li riguardino, mentre tu capisci immediatamente che capitalizzare le spese di R&D in Italia è un costo aggiuntivo.

L'unico caso in cui ha senso (che sia venuto in mente a me...) capitalizzare le ore di lavoro degli ingegneri che migliorano i processi o i prodotti o che studiano nuovi prodotti (cioè il 90% di ciò che fa un progettista...) è il seguente:

1) la crisi ti ha abbattuto le vendite;

2) hai delle ragioni (investitori che ti farebbero crollare il titolo in borsa, banche che ti bloccherebbero i fidi, fornitori che ti chiederebbero pagamenti anticipati...) per non voler pubblicare un bilancio in perdita, a costo di rimetterci soldi veri nell'immediato;

3) hai delle riserve di qualche tipo che ti consentono di pagare comunque dividendi "in perdita";

4) speri che nel giro di 1-2 anni le cose ti andranno meglio.

Ah, in realtà ci sarebbe un altro caso, molto diffuso fuori dalle PMI italiane: quando hai dei fondi governativi o degli sgravi fiscali per incentivare la ricerca e sviluppo.

In quei casi devi mostrare di aver fatto l'investimento per ottenere la sovvenzione o il credito d'imposta e quindi capitalizzi anche se non dovrebbe convenirti in situazioni normali.

Qualcuno vede altre ragioni per certificare che i tuoi tecnici si dedicano a R&D piuttosto che a cose che puoi contabilizzare nell'anno come qualsiasi altra attività e quindi non meritino lo sforzo burocratico aggiuntivo di essere distinte dal resto?