Titolo

Due idee per Mariastella e chi verrà dopo di lei

4 commenti (espandi tutti)

Vedo con piacere che, quando l'argomento ti riguarda, sei molto attento alle "sottigliezze", tipo come vengono misurate le cose, come e quanto vengono finanziate e se ci sono trucchi che alterano i risultati.

Mi astengo da qualsiasi commento nel merito dato che non conosco la materia.

Voglio solo mettere in evidenza questa tua frase:

... la stabilità della nostra quota mondiale è un dato positivo, visto che molte altre nazioni stanno arretrando nella loro quota a causa della Cina che aumenta la sua quota di ricerca mondiale.

Mi risulta (vado a memoria) che si possa applicare pari pari all'export dell'Italia.

Sarà tutto merito del low cost...

Che ci vuoi fare, Beppe, trattasi solo di banale spocchia ..... ben miscelata con un pizzico di consueta cultura anti-industriale italiota, e con l'approccio - peraltro notoriamente molto diffuso - secondo il quale un'opinione differente dalla propria può derivare solamente da:

  • ignoranza

  • incapacità di comprendere

  • interesse personale

Il tutto coincide esattamente con i comportamenti tipici della politica – che, in fondo, fotografa la realtà - come il raffinatissimo epiteto berlusconiano - "coglioni" - rivolto agli elettori della parte avversa e la spiegazione che la sinistra abitualmente fornisce per le sconfitte elettorali, che sarebbero dovute all'incapacità dell'elettorato di comprendere e non all'inadeguatezza della proposta .....

A me, francamente, non piace confrontarmi in simili condizioni: non me l'ha ordinato il medico, dunque ho chiuso .....

Franco dissento sul tuo "ho chiuso": ho partecipato poco a questo interessante dibattito, De Nicolao ha portato degli argomenti a suo sotegno sulla "qualità della ricerca", io gli chiederei un ultimo, vero sforzo:

Quanti brevetti e/o disegni di utilità industriale porta questo, secondo lei, elevato livello della ricerca ?

Come siamo posizionati nel mondo in questo ? Perchè ricercare l'essenza dei peli di gatto e scoprire che i peli stessi portino allergie in individui geneticamente predisposti può essere gratificante per il ricercatore, può portare a un paper di alto livello, ma non servire lo stesso...

[...] Quanti brevetti e/o disegni di utilità industriale porta questo, secondo lei, elevato livello della ricerca ?

Come siamo posizionati nel mondo in questo ? [...]

Questa mi sembra una buona domanda: riguarda il problema del trasferimento tecnologico, ovvero un campo a cavallo tra universita' e impresa.

Non ho una risposta, e faccio un'ulteriore domanda: esistono in Italia delle best practices al riguardo?

Quali sono le realta' che funzionano?
Dove le cose non funzionano, di cosa sentono la mancanza le imprese?

Il 3+2 era (nominalmente) inteso come uno sforzo nel verso della professionalizzazione; ma mi sembra che mediamente non piaccia: quali sono le critiche delle imprese?