Titolo

Beati quelli che hanno fame e sete della Giustizia...

8 commenti (espandi tutti)

Affascinante questa discussione.

I residenti all'estero mi sembrano unanimi a considerare questo, assieme ad altri pezzi di legislazione italica, l'ennesima follia di un paese mal-amministratro da pessimi avvocati dediti al bizantinismo più vuoto e socialmente dannoso.

Fra i residenti in Italia, invece, mi sembra vi sia un grande consenso favorevole a ridurre le pene, poi scontarle, poi ridurle, poi perdonarle. Sempre per ragioni umanitarie, ovviamente. E sempre, come ci argomenta il fine avvocato, perché ridurre le pene è cio che il sistema deve fare, no? E siccome c'è già il precedente, c'è l'istituto ... allora:

LIBERI TUTTI!

Va benissimo, ma ditemi: PERCHÈ state lì a rompere, protestare, indignarvi, perché poi avete un parlamento ricolmo di pregiudicati, un primo ministro accusato e condannato per dozzine di crimini, una pubblica amministrazione in cui le leggi si fanno solo per essere violate ed una microcriminalità quotidiana da terzo mondo? Perché?

Ma se li volete fuori tutti, perché diavolo volete Calisto Tanzi in galera?

Quoto in tutto (anche se risiedo a Napoli ....)

Edit:

Aggiungo un ulteriore pensiero: ma perchè, invece di proporre di agire sull'effetto (il sovrappopolamento) non si propone di agire sulle cause: si può scegliere tra pochi posti letto nelle carceri, le procedure processuali inutilmente complesse che fanno solo aumentare i carcerati preventivi, l'assenza di effetti dissuasivi alla violazione della legge, l'abbondanza di leggi e provvedimenti inutili che rendono più difficile identificare colpevoli ed innocenti, e si potrebbe continuare ad libitum.

Questo e` il tipico commento che Lei in altre occasioni avrebbe additato, giustamente, al pubblico ludibrio.

un primo ministro accusato e condannato per dozzine di crimini,

Magari. Purtroppo è stato accusato parecchie volte ma mai condannato. Certo si potrebbe obiettare che facendo leggi per se si vince facile...

Vero, formalmente. In realtà è stato condannato varie volte, sia in primo che in secondo grado. Poi ha "aggiustato" l'esito finale. Da Wikipedia:

Alcuni di questi procedimenti sono stati archiviati in fase di indagine; a seguito di altri è stato instaurato un processo nel quale Berlusconi è stato assolto. In altri processi, infine, sono state pronunciate, in primo grado o in appello, sentenze di condanna per reati quali corruzione giudiziaria, finanziamento illecito a partiti e falso in bilancio. In alcuni casi, dopo un esito del primo o del secondo grado di giudizio sfavorevole a Berlusconi, i procedimenti non si sono conclusi con una sentenza di condanna: ciò grazie a sopravvenuta amnistia, al riconoscimento di circostanze attenuanti che, influendo sulla determinazione della pena, hanno comportato il sopravvenire della prescrizione oppure a nuove norme che hanno modificato le pene e la struttura di taluni reati a lui contestati, come nel caso del reato di falso in bilancio. Dette norme, approvate in Parlamento dalla maggioranza di centro-destra mentre Silvio Berlusconi ricopriva la carica di Presidente del consiglio, in taluni casi hanno imposto una valutazione di non rilevanza penale di alcuni dei fatti contestati, poiché il fatto non è più previsto dalla legge come reato; in altri casi la riduzione della pene prevista per le fattispecie di reato contestate ha fatto sì che i termini di prescrizione maturassero prima che fosse pronunciata sentenza definitiva.

D'accordo, attento però che la Wikipedia non è molto affidabile in questo. Ad esempio il capitoletto su "Falsa testimoninanza" è un piccolo falso, in quanto in realtà il processo di è fermato ad una sentenza di non luogo a procedere in fase istruttoria.

In istrutturia, da quel che so (di legge so poco però) significa che il processo vero non era minimamente partito. Magari tutto il resto è corretto, ma non meglio stare attenti con i Ghedini che girano...

Sull'accuratezza di wikipedia, a me pare che la pagina citata, http://it.wikipedia.org/wiki/Berlusconi#Procedimenti_giudiziari_a_carico_di_Berlusconi sia coerente con quanto dici (magari la modifica l'hai fatta tu?)

Per tali dichiarazioni il pretore di Verona Gabriele Nigro ha avviato nei confronti di Berlusconi un procedimento per falsa testimonianza. Al termine il magistrato veronese ha prosciolto in istruttoria l'imprenditore perché il fatto non costituisce reato

Vedi anche la tabella con i procedimenti a carico

Va benissimo, ma ditemi: PERCHÈ state lì a rompere, protestare, indignarvi, perché poi avete un parlamento ricolmo di pregiudicati, un primo ministro accusato e condannato per dozzine di crimini, una pubblica amministrazione in cui le leggi si fanno solo per essere violate ed una microcriminalità quotidiana da terzo mondo? Perché?

Ecco, e questa era l'altra provocazione, che poi tanto provocatoria non era...

Come si puo' credibilmente ed efficacemente fare una "guerra" politica e culturale sul dovere del primo ministro e della casta ad essere processati se poi l'attenuazione/indebolimento della legalita' si manifesta in mille atteggiamenti quotidiani e capillari di compromissione della legalita' stessa, e anche da parte di quelli che in maniera piu' furibonda lottano per la legge uguale per tutti?

Per fare un esempio. Micromega (online) che sui temi della giustizia e' sempre (peraltro giustamente) impegnata a denunciare porcate governative su questo provvedimento tace. Fatevi un giro sulla sua homepage: c'e' Ferguson che per l'ennesima volta ci avvisa che l'Impero Americano e' finito e adesso la Cina comanda; c'e' un fondo bilioso su un certo prof americano con l'orecchino ;)...poi Fiom, un po' di Stiglitz, roba contro Berlusconi...ma di questa misura nulla! Vabbe' sara' un caso....