Titolo

Una legge "inutile, demagogica e ipocrita" per il rientro dei talenti

1 commento (espandi tutti)

Quoto alcuni interventi del dibattito al Senato, così si capiscono meglio i 'pensieri cattivi' che sono nati sulle intenzioni intorno a questa legge (bipartisan nel senso che ognuno ha trovato il 'suo' motivo).

Treu (PD) "....

Questa non è una legge per i ricercatori nel mondo che devono ritornare in Italia .....

non è con tale provvedimento che possiamo far rientrare dei geni della ricerca dall'estero in Italia ....  noi vogliamo cioè contribuire, in misura limitata naturalmente, a una circolazione di manodopera altamente qualificata, di lavoro dipendente, di lavoro autonomo e di imprenditori .... 

Credo che se faremo aumentare il flusso di manodopera di qualità dall'Europa verso l'Italia, che è quasi a zero, avremo dato un grande contributo"

Sanna (PD) "....  dobbiamo ammettere che lo scambio che proponiamo agli Italians non è alla pari. Noi promettiamo un incentivo in molti casi non grande, perché non lo proponiamo ai grandi manager e ai grandi nomi della scienza, ma lo proponiamo invece e anche ..... a semplici giovani lavoratori laureati"

Qualcuno quindi tornerà con questa legge ... ma chi ?