Titolo

Rigore Morale e Solidarietà

1 commento (espandi tutti)

 

Per finire, quale e' il danno che la maestra fa alla societa' italiana cedendo gratuitamente il buono pasto personale alla bambina?  Il buono pasto non trasferibile e' esente IRPEF come tale. Se fosse liberamente disponibile a norma di legge verrebbe tassato IRPEF e la maestra dovrebbe pagare il ~40% (o ~63% se l'imposizione si estende a contributi previdenziali e IRAP) del suo valore in maggiori tasse. Usandono liberamente contro la legge la maestra usufruisce indebitamente della specifica esenzione IRPEF (e forse anche contributiva e IRAP)

certo, Subito nel gulag questa pericolosa nemica del popolo che ha evaso l'IRPEF. Agli evasori totali beccati dalla finanza per criterio di proporzionalità che facciamo, il trattamento che fecero al Mora (non Lele, purtroppo) nella Storia della colonna infame?