Titolo

Ahi, ahi ahi, Professor Sartori...

1 commento (espandi tutti)

Ottima osservazione. Peccato che non tenga conto del fine degli intermediari. In questo caso sono gli amministratori del bene pubblico che si lasciano convincere a seguire delle strade impervie, spesso fuori pista.

Nel caso dei consigli espressi da parte degli economisti, purtroppo, vengono disattese le loro raccomandazioni perchè sennò, dover sarebbe il piacere di sfidare le leggi della ragione e dell'equilibrio?

Secondo me, tutti gli oparatori del mercato sapevano che sarebbe andata a finire cosi, sennon che aspettavano di vedere il crash degli altri prima del proprio (intermediari di borsa, piuttosto delle agenzie immobiliari, piuttosto dei proprietari delle case, piuttosto dei palazzinari ecc...).

Naturalmente, poter prevedere con tale precisione nel campo economico è semplicemente impossibile. Saper spiegare i fenomeni che ci sono dietro ad un crash richiede già di per se una notevole capacita.

D'altronde il legislatore ha potere sufficiente per incidere sull'applicazione delle misure e quindi può contribuire nell'anticiparne gli effetti o posticiparli.

Comunque, a quanto pare, la lezione è già stata dimenticata: si preparano altri disastri, nel nome della crescita a tutti i costi. Con organizzazioni abilitate frettolosamente alla raccolta delle pensioni, staremmo a vedere quando ci saranno i primi "default"...