Titolo

I sandali del Cairo, Tripoli, Tunisi ... (3)

2 commenti (espandi tutti)

Qualcuno sa come stavano esattamente le cose in Libia?

In breve: sulla carta era il paese dei balocchi, ma la mancanza di capacita' di gestione della classe dirigente (personaggi che erano coetanei di Gheddafi senza alcuna istruzione ed occupati solo a fare ricatti per ottenere soldi) ha fatto andare in malora la maggior parte delle attrezzature e delle infrastrutture. Il Concetto di "manutenzione" sembra sia alieno alla mentalita' dei libici. Nel mio settore ho visto cose inimmaginabili, attrezzature da milioni di euro semidistrutte perche' nessuno le ingrassava.

Risultato: tutto quello che era statale (cioe' tutto) non funzionava, dalla distribuzione dei viveri nei negozi di stato (li ho sempre visti desolatamente vuoti) alle infrastrutture varie (telefoni, luce, acqua, strade, macchine dei raggi x agli aereoporti...).

In pratica la gente non imparentata con Gheddafi stava molto male.

I pochi giovani che avevano qualche capacita' perche' avevano studiato all'estero venivano combattuti dai dirigenti della generazione al potere perche' questi ultimi avevano paura di perdere la possibilita' di farsi corrompere.

Le scuole in Libia c'erano, ma il livello degli insegnanti era basso, per cui praticamente tutti quelli che facevano funzionare il paese erano immigrati. I libici non venivano istruiti a fare qualcosa di utile. L'Universita' di Bengazi aveva docenti dei paesei dell'est-europa. I tecnici con cui ho avuto a che fare io erano di tutte le nazionalita' tranne che libiche.

Una voce che girava (non so se sia vera, ma faccio poca fatica a crederci) riguarda un caso di un'acciaieria che, data in gestione a mani libiche, e' andata in malora perche' il momento dello svuotamento dei crogioli e' coinciso col momento della preghiera, per cui hanno fermato tutto per andare a pregare, rovinando irrimediabilmente l'impianto.

Esistono leggende folcloristiche su quanto combinava Gheddafi. Una storiella che mi piace racconta di quando il figlio del colonnello provo il suo nuovo telefono satellitare. In cantina. Per cui si arrabbio' moltissimo perche' pensava di essere stato truffato.

E intanto i famigli di Gheddafi si arricchivano. Alla lunga alla popolazione esclusa dal banchetto sono girate le balle ed hanno chiesto di mangiare anche loro. Ma sara' dura, perche' non hanno abbastanza gente competente per fare "girare" il paese.

 

Piu` o meno come succedeva in Iran ai tempi dello Shah, in Argentina con Videla e in Arabia Saudita oggi, paese amico degli USA dove c` e` la polizia religiosa che se ti becca con il velo fatto male ti da` frustate e dove le donne manco possono guidare. Che peccato che i boccaloni in questo forum e il Prof. Saccentone Boldrin che tanto odia Gheddafi non dicano una parola sui dittatori dell` Arabia Saudita e sui governi che la supportano. Che peccato.. O forse cominceranno a indignarsi il giorno dopo che il Re in questione sara` stato ammazzato..