Titolo

Crack

11 commenti (espandi tutti)

Crack

Alessio Moro 6/5/2011 - 16:44

Giulio, da economista non riesco a vedere un motivo valido per rimandare risorse gratis al mittente. Voltrem. sta dicendo che vuole utilizzare quei soldi per ridurre la tassazione alle imprese (cosa desiderabile mi pare). Puó essere discutibile che lo faccia solo per le imprese del sud ma perché non dovrebbe farlo, se lo puó fare a costo zero per i conti italiani (ammesso che in aggregato sia effettivamente cosi)???

L'argomento reputazione mi lascia perplesso. Non vedo che prestigio puó acquisire un ministro dell'economia che ha delle risorse a disposizione (le quali vengono perdute se non spese), e dice: "scusate ma non so come spenderle quindi le rimando indietro". Non sai come spendere le risorse? E cosa ci stai a fare al ministero dell'economia?

Infine il credito di imposta dice che se tu impresa assumi un dipendente, vanti un credito nei confronti dello stato. Nella maggior parte delle imprese questo penso che questo si traduca in un minore ammontare di denaro che l'impresa deve allo stato, non a un trasferimento di denaro dallo stato all'impresa che fa domanda.

Leggendo l'articolo mi è venuto lo stesso dubbio di Moro sulla reputazione.

L'UE dà un pasto gratis, la soluzione dominante è approfittarne, anche se questo aumenta le spese dell'UE e quindi le tasse: tipico paradosso del prigioniero dove si starebbe tutti meglio se ognuno facesso ciò che se fatto da solo lo farebbe stare peggio. Se l'effetto positivo di "dare l'esempio" è irrilevante, o perché non si ha una migliore reputazione (minore spread) o perché non si riesce a convincere l'UE ad abolire questi prisoner's dilemma, meglio prenderli, i soldi, e buttarli poi via.

Se Tremonti fosse uno statista, potrebbe iniziare una battaglia contro i finanziamenti UE, e quindi rimuovere le condizioni per il paradosso del prigioniero. Invece è un politico normale e quindi nel problema ci sguazza, perché guadagna consensi senza imporre costi all'elettorato, e quindi ha un pasto gratis. Politica: comprare il consenso dei governati a spese dei governati (strano scambio, parrebbe).

Io da liberale abolirei la "tentazione", ma finché c'è mi posso al più limitare a dire che è uno spreco, ma purtroppo non c'è motivo per non approfittarne: l'Italia fa free riding contro gli altri Paesi europei.

tutto vero se si trattasse di elargizioni. In effetti l'utilizzo dei FAS è subordinato al rispetto di molte condizioni come la prima che ho citato.

Se con essi si fa qualcosa di inutile non si sono sfruttati i soldi dell'Europa bensì sprecati i propri.

 

Giulio, da economista non riesco a vedere un motivo valido per rimandare risorse gratis al mittente.

Dipende da qual e' il modello che hai in mente. Se l'interazione e' one-shot, certamente li devi prendere. Cosi' come se l'interazione e' ripetuta ma c'e' una regola che dice che se hai diritto a un flusso di pagamenti yt e ritiri xt l'intero flusso e' scalato vreso il basso in misura (yt-1 - xt-1) in ogni periodo, ovvero ogni lasciata e' persa per sempre (non mi risulta ci sia un meccanismo cosi' nei fondi UE).

Se l'interazione e' ripetuta senza questo meccanismo, rimandare risorse al mittente puo' avere senso per le ragioni di signaling che suggerisco nel post, anche ignorando per il momento la questione posta da Aldo (sulla quale non saprei cosa dire). Se vuoi dare un incentivo al Sud a sviluppare progetti per prendere i fondi strutturali la cosa peggiore che puoi fare e' dire: vabbe', non avete fatto progetti per spendere i fondi, ve ne faccio uno io che si chiama sgravi fiscali temporanei. Capirai che misura strutturale.

Se l'interazione e' ripetuta senza questo meccanismo, rimandare risorse al mittente puo' avere senso per le ragioni di signaling che suggerisco nel post

Mi sembra che a maggior ragione, se l'interazione e' ripetuta, l'unico signaling che conta davvero é quello nei confronti dell'UE che sta elargendo i fondi. E non trovare nessuna allocazione ai fondi elargiti mi sembra un signaling negativo, non positivo. Ovviamente bisogna capire quale é la variabile chiave nell'erogazione dei fondi nell'interazione ripetuta.

Se vuoi dare un incentivo al Sud a sviluppare progetti per prendere i fondi strutturali la cosa peggiore che puoi fare e' dire: vabbe', non avete fatto progetti per spendere i fondi, ve ne faccio uno io che si chiama sgravi fiscali temporanei. Capirai che misura strutturale.

Non ho idea dell'impatto che tale misura possa avere. Probabilmente epsilon che tende a zero. Ma continuo a pensare che sia meglio uno sgravo fiscale (anche temporaneo), piuttosto che finanziare progetti presentati dalle imprese e valutati dal solito policante che cosi decide di elargire i fondi ai suoi amici.

non trovare nessuna allocazione ai fondi elargiti mi sembra un signaling negativo, non positivo.

Su questo continuiamo a non essere d'accordo. Ripeto, dipende dal modello che hai in mente. Non trovare nessuna allocazione ai fondi elargiti e' un brutto segnale, certo. Trovarne una qualunque in fretta e furia cinque mesi prima della scadenza dei fondi con l'esplicita motivazione che "se no se li riprendono" mi pare di gran lunga peggio.

continuo a pensare che sia meglio uno sgravo fiscale (anche temporaneo), piuttosto che finanziare progetti presentati dalle imprese e valutati dal solito poli(ti)cante che cosi decide di elargire i fondi ai suoi amici.

In entrambi i casi i fondi sono sperperati. Come ho suggerito alla fine del post e come argomentera' meno cripticamente Sandro in un pezzo per l'Inkiesta.it, questi sussidi andranno, nella parte che andranno, a gente che avrebbe assunto comunque.

Se l'interazione e' ripetuta senza questo meccanismo, rimandare risorse al mittente puo' avere senso per le ragioni di signaling

Infatti. Se i fondi FAS hanno similitudini con i fondi per europei per la ricerca, COME i fondi si spendono è importante per quel che succederà nella successiva interazione: abbiamo appena chiuso un progetto europeo FP6 e ci siamo ben guardati dallo spendere i pochi soldi rimasti in una festa al Billionaire. E' infatti common knowledge che se finisci così un progetto, col piffero che quello che presenti dopo avrà chance di finanziamento!

Da quello che ricordo, se non li usi del tutto c'e' una probabilità 1 che non ti vengano riallocati (ma dovrei sentire qualche amico alla Commissione), quindi qualunque strategia per la quale hai una probabilità inferiore mi pare dominante. Punto secondo, non so se tu possa modellizzarlo come un gioco ripetuto all'infinito visto che, in seguito all'ultimo allargamento i fondi FAS a disposizione per il Sud stanno comunque diminuendo.

Nella maggior parte delle imprese questo penso che questo si traduca in un minore ammontare di denaro che l'impresa deve allo stato, non a un trasferimento di denaro dallo stato all'impresa che fa domanda

A me pare la stessa cosa. Se devo pagare 100 in imposte e improvvisamente non devo piu' pagarle e' come se avessi ricevuto 100, no?

Dal punto di vista contabile si. Dal punto degli incentivi alla corruzione penso che ci siano delle differenze. A un'impresa controllata dalla mafia per esempio non importano gli sgravi fiscali, tanto probabilmente le tasse non le paga. Invece interessa presentare progetti finti con cui ottenere trasferimenti di denaro.

A un'impresa controllata dalla mafia per esempio non importano gli sgravi fiscali, tanto probabilmente le tasse non le paga.

Mah, non so. Se e' un'impresa legale le paghera' piu' o meno come le altre imprese della zona. Forse anche di piu', per non avere rogne.