Titolo

Oh Mia Bela Madunina: Il Programma di Pisapia

7 commenti (espandi tutti)

La mia riflessione ha un carattere generale e non è riferita ad alcun partito in particolare. Sinceramente non vedo differenze rilevanti tra cdx e csx: una volta giunti al potere si guardano bene dal ridurre il proprio margine di manovra. Detto in temini molto chiari e sintetici: all'interno della classe politica non si vede qualcuno disposto a mettere in gioco sè stesso (politicamente parlando) per perseguire l'interesse del paese: troppi statalisti e nessuno statista.

Sono d'accordo, purtroppo complessivamente e' come scrivi.  Io ho obiettato sul singolo esempio della riduzione dei parlamentari, e quella obiezione la mantengo.  Ma tirando le somme sono stupidamente statalisti e attaccati al potere di intrusione dello Stato nell'economia sia la destra che la sinistra, in misura comparabile.  Certe uscite recenti di Tremonti sono indicative poi di una mentalita' ancora piu' statalista e iliberale di quanto si poteva sospettare prima.

Aggiungo pero' che in linea di principio, in teoria, sia Berlusconi sia la Lega Nord avrebbero avuto un netto interesse a lungo termine nel fare riforme liberalizzatrici, perche' il loro consenso e' molto meno legato alla spesa pubblica rispetto a quello del centrosinistra, UDC e Fini. In prima approssimazione, anzi, sia Berlusconi che Bossi sono stati votati proprio contro gli eccessi e il fallimenti dello statalismo, Berlusconi contro i comunisti del tassa e spendi e la LN contro gli sprechi ed iniquita' del centralismo romano.

Purtroppo i fatti indicano che manca sia a Berlusconi che alla LN la cultura necessaria a comprendere i vantaggi della riduzione dello statalismo a favore di politiche liberali, sia per l'economia italiana sia per le loro possibilita' di essere rieletti. Probabilmente credono di potersi guadagnare la rielezione controllando il maggior numero possibile di canali TV, senza aver imparato nulla dalle elezioni del 2006. E la credibilita' che potevano avere sulla base di quello che hanno detto per essere eletti e' ormai irrimediabilmente compromessa.  Il problema ora e' che votare i loro oppositori non produrra' alcun vantaggio, sulla base di quanto avvenuto nel 1996-2001 e 2006-2008, e potrebbe anche peggiorare le prospettive italiane specie se dovesse prevalere la sinistra piu' ideologica e irresponsabile.

"Il problema ora e' che votare i loro oppositori non produrra' alcun vantaggio, sulla base di quanto avvenuto nel 1996-2001 e 2006-2008, e potrebbe anche peggiorare le prospettive italiane specie se dovesse prevalere la sinistra piu' ideologica e irresponsabile".

Questo rischio esiste, non c'è dubbio, anche se constatarlo non significa ancora risolvere il quesito di chi votare al secondo turno. Si prospetta, infatti, l'alternativa diabolica se votare il CDX anche se non si nutre alcuna fiducia nelle sue capacità di cambiare indirizzo o astenersi, lasciando la vittoria al CSX.

Ma non siamo di fronte ad un'elezione generale, dopo tutto.

 

Io ho obiettato sul singolo esempio della riduzione dei parlamentari, e quella obiezione la mantengo

Sono molto goloso della bottarga: ieri sera me l'hanno servita con lo sterco di vacca, a malincuore ci ho rinunciato.

La diminuzione del numero dei parlamentari era una piccola parte della riforma in cui prevaleva un confuso ridisegno della struttura dello stato.

Trattandosi di una unica legge costituzionale o si approvava il tutto oppure, magari a malincuore per dovere rinunciare alla riduzione del numero di deputati e senatori, si cancellava l'intero testo.

Fu respinto con il 61,3% di no che prevalsero in tutte le regioni tranne che in Veneto e Lombardia dove il sì raccolse globalmente il 54,8% dei consensi. 

Ma no, non si disperi, sono sicuro che un buon motivo per votare la Moratti riuscira' a trovarlo. Che siano gli zingari, gli omosessuali, le stanze del buco o i centri sociali. Basta accendere la TV per imbattersi nel silvietto nostro che dispensa saggi consigli.

 

Si prospetta, infatti, l'alternativa diabolica se votare il CDX anche se non si nutre alcuna fiducia nelle sue capacità di cambiare indirizzo o astenersi, lasciando la vittoria al CSX.

faccio fatica a comprendere. Brichetto ha governato bene o no? se si la si vota, altrimenti astensione o pisapia. 

Votare sempre e comunque la propria parte, manco fosse l'Inter!, fa mancare gli incentivi a governare bene.

per chi voterà questo e questo lo stesso di questaltro?

Votare sempre e comunque la propria parte, manco fosse l'Inter!

Non so come funzioni la cosa per la seconda squadra di Milano, ma nel Milan funziona proprio così:

http://www.blitzquotidiano.it/politica-italiana/elezioni-milan-club-campagna-elettorale-861246/