Titolo

Episodi di cialtroneria elettorale

3 commenti (espandi tutti)

Hai ragione ma, per forma mentale mia, non faccio fatica ad immaginare le motivazioni di chi crede faziosamente all'utopia comunista (perchè è pur sempre un'utopia) mentre le faziosità solo antagonista di chi dice "qualunque cosa tranne i comunisti" mi stupisce di più.

In ultima analisi hai ragione l'ignoranza degli elettori è un tragico problema italiano. Siamo nel 2011 e comunismo e fascismo sono ancora nel dibattito politico invece che relegati ai libri di storia.

semplice.la pancia è sempre vilipesa dai sinistri(da ecce bombo alla minoranza di aprile..) come anti storica,preistorica,fascista,ignorante,e i sinistri quando sono tra loro o sugli editoriali di rep,micromega,e tutte queste cose di alto livello che parlano solo con doppi cognomi non fanno altro che dire(dal mitico serra nel 94) che i destri sono dei minus habens.a priori.da cui l'odio viscerale.poi,sai,nella pratica i sinistri sono molto "familisti",ossia si scelgono tra loro(con ironia ma neppure troppa)e ai povericristi magari ogni tanto lo trovano un tantinello ,come dire,petulante?gli girano le palle?vedono che predicano bene e razzolano malissimo?che sono corporativi tra loro?che nelle regione rosse per decenni se non eri pci non eri e stop?e magari ,solo un pò,non gli piace.ricolfi ci scrisse un libro bellissimo che anche adesso è assai attuale.anzi,la retorica puritana de noantri è altissima dagli palasharpisti in poi,nel segno della pulitura dal male.(e gli editoriali della spinelli su dsk sono deliziosi quanto ridicoli..).

In effetti, pensando agli esempi che citi, "la fatica"di capire svanisce (anche se, personalmente, salvo Moretti dal discorso) :-)