Titolo

Per qualche felafel in più

4 commenti (espandi tutti)

Umberto Bossi: condanna denifitiva a 8 mesi con sentenza della Corte di Cassazione 13 Giugno 98:

qui

qui

qui

e, a prescindere, per quel che concerne il mio ragionamento: per molto meno, membri di altre formazioni politiche, dovettero sparire dalla scena politica.

Umberto Bossi: condanna denifitiva a 8 mesi con sentenza della Corte di Cassazione 13 Giugno 98:

Lo so che la magistratura italiana e' molto efficiente, in alcuni specifici casi.  Ma la maxi-tangente Enimont non si chiama "maxi" per caso, erano credo 500 miliardi di lire, di cui Bossi ne prese esattamente zero.

Bossi subodoro' che Ferruzzi regalava soldi a tutti i partiti, e si prese 200 milioni (lo 0.04% della maxi-tangente, ma non parte della maxi-tangente stessa) di finanziamento illecito (non dichiarato, questa l'unica origine della condanna).  Poi Di Pietro, il pool di Milano, e il circo mediatico anti-leghista hanno fatto buona opera di disinformazione e propaganda assimilando i 0.2 miliardi di lire di finanziamento illecito a Bossi alla maxi-tangente Enimont data da Ferruzzi ai politici italiani in cambio del fatto che lo Stato acquistava a prezzo gonfiato (di piu' di 500 miliardi di lire) la quota Ferruzzi in Enimont. Ma in tutto cio' la LN non c'entrava nulla, mentre quasi certamente c'entrava il PCI consociativo (e se ricordo bene Travaglio ha anche documentato la collaborazione del PCI-PDS in Parlamento.

E l'edificante vicenda della crediteuronord?

C'era anche il mitico Luigi Bisignani, la continuità sta anche lì...