Titolo

No all’economia hamiltoniana degli Eurobonds

1 commento (espandi tutti)

Sugli eurobonds la mia opinione è la seguente. Questo meccanismo permette a stati con scarsa credibilità ed elevato spread di pagare bassi interessi sul debito. Se un debitore poco affidabile (Grecia,Irlanda,Portogallo,Spagna,Italia,Belgio,forse anche Francia) riesce a finanziarsi a tassi bassi o l'investitore è un fesso o c'è qualcun altro che garantisce (Germania,Finlandia,Svezia,Olanda,Austria). Se la garanzia è fittizia paga l'investitore che è stato truffato e non viene pagato per il rischio che si assume. Se la garanzia è reale il garantito deve remunerare il garante ( le fideiussioni si pagano o no?) del rischio assunto e quindi svanisce il risparmio conseguito. In alternativa il garante è un beneffatore tedesco, che si assume gratuitamente il rischio per permettere ad altri paesi esportatori di rinviare ai posteri misure di rigore fiscale e di fargli più liberamente concorrenza. Insomma se qualcuno guadagna (o risparmia) , qualcuno che paga deve esserci, oppure gli eurobonds sono un pasto gratis?