Titolo

E se abbassassimo le tasse?

3 commenti (espandi tutti)

32 + 2 = 35? Francesco, dimmi che sono 3 :)

Scherzi a parte, credo che Marino si riferisca al problema appunto del lavoro post-insegnamento, come appunto la preparazione e correzione dei compiti. Se la conti, allora l'insegnante elvetico fa ben piu' di 40 ore a settimana, ci credo che lo paghino bene :)

 

In effetti non mi ricordo se le materie opzionali sono 2 oppure 3, ma mi ricordo di sicuro il 35. Le ore opzionali tuttavia non sono a carico dell'insegnante primario ma sono coperte da altri.

Se noti le statische UBS che indicavo prima, ci sono molti paesi, anche europei, in cui fanno 40 ore e piu' e Tokio ne segna 49.

 

Tranquillo, non discutevo i dati. :)

Immagino anche che a fronte di 40 ore a settimana (es 6 ore al giorno + 4 ore il sabato o simile) ci sia meno necessita' di compiti a casa giornalieri, quindi meno necessita' di correggere. O forse anche (e ci potrebbe stare) che a parte compiti di letteratura, in molti casi siano gestiti in maniera piu' razionale: fatto sta che molti docenti che conosco lavorano ben oltre le ore frontali per preparare e correggere i compiti. Per questo dicevo che con 40 ore a settimana frontali, poi la correzione ti alza il numero di ore lavorate...