Titolo

Il ruolo dei bloggers economisti

2 commenti (espandi tutti)

Non è off-topic e credo sia molto semplice da discutere, perché c'è una differenza fondamentale con la meteorologia (o la sismologia): le nuvole non guardano il weather channel e anche se punti lo schermo TV verso il cielo non sanno reagire a quello che vedono. 

Questo non vuol dire che non possiamo fare ragionamenti coeteris paribus: "se fai questo succede questo" ... se chiami questo previsione certo che lo facciamo. Ma non sono previsioni nel senso dato da chi si lamenta di non aver previsto la crisi. (E poi, questo sì off-topic, sinceramente, ne ho due palle di quella lamentela. Che ci fosse una "bolla" immobiliare, whatever that means, lo sapevano anche i cani. Ero in FED in quel periodo e non si parlava altro che di housing market. La cosa difficile non era capire che c'era, era capire quando uscirne. È quest'ultima previsione che non possiamo fare). 

Non è off-topic e credo sia molto semplice da discutere, perché c'è una differenza fondamentale con la meteorologia (o la sismologia): le nuvole non guardano il weather channel e anche se punti lo schermo TV verso il cielo non sanno reagire a quello che vedono.

Senza dubbio. Ma mi sembra ci siano due ordini di differenze: i) una sorta di coupling globale (gli agenti economici osservano piu' o meno tutto il mercato all stesso tempo) ii) il coupling con le previsioni fatte dagli osservatori "esterni". Giusto?