Titolo

Riflessioni su economia e materie umanistiche

3 commenti (espandi tutti)

Anch'io sono molto scettico. Fra le altre cose, Deirdre, esperta di retorica in economia, sa esattamente come trattare il suo pubblico: usa l'artificio retorico di negare completamente validita' a opinioni alternative, con argomenti a volte piuttosto deboli, ma la cui debolezza si perde nella forza delle sue argomentazioni, corredata da una notevole capacita' discorsiva (nonostante la balbuzie).  

Intendendo la cultura di un popolo qualcosa tipo l'insieme di informazioni comuni acquisite perchè appartenti a quel popolo.

Mi sembra abbastanza sensato dire che il sottoinsieme di queste informazioni che influenza quali siano le norme sociali e le preferenze economiche possa essere in qualche maniera correlato all'insieme di informazioni che definisce la corrente artistica di quel popolo.

Quindi magari l'uno dell'altro qualcosa hanno da dire...

Io piu' che scettico direi che quella e' matta da legare. Gia' noi laymen si fa una fatica della madonna a capire quali sono gli economisti che basano le proprie idee su fatti e quali su concetti; ancora state a sentire preti e filosofi, non ne uscite vivi.

L'approccio veramente empirico di behavioral economics e' una manna dal cielo, altro che orgoglio e pregiudizio.