Titolo

Riflessioni su economia e materie umanistiche

3 commenti (espandi tutti)

l'energia idraulica aveva, fino al suo sfruttmento per produrre energia elettrica, un piccolo difetto: decideva essa stessa dove essere disponibile. Con la macchina a vapore l'energia si poteva invece avere ovunque l'uomo volesse. 

l'energia idraulica aveva, fino al suo sfruttmento per produrre energia elettrica, un piccolo difetto: decideva essa stessa dove essere disponibile.

Non credo sia quello il problema. Mi ricordo di aver letto stime per le quali tutta l'energia idraulica prodotta durante il picco produttivo dell'Impero Romano dovesse essere ben al di sotto dell'1%, cioé i Romani, nonostante sfruttassero alcune forme di energia idraulica, dipendevano ancora per oltre il 99% da energia manuale e animale.

In giro per l'Impero c'era una quantità enorme di energia idraulica potenzialmente disponibile, ma i Romani ne sfruttavano pochissima, in maniera inefficiente, e per fare poche cose (e perlopiù macinazione, nomen omen) rispetto alle tantissime che si sarebbero potuto fare.

Da notare come ci siano pervenuti diversi riferimenti ad una tassazione dei mulini ad acqua ...


 ma i Romani ne sfruttavano pochissima, in maniera inefficiente, e per fare poche cose

se mi ricordo bene Lynn White, i Romani non conoscevano l'accoppiamento biella-manovella per trasformare il movimento rotatorio in alternativo e viceversa, per cui molte attività dove l'energia idraulica sarebbe stata utile e dove però è richiesto un moto alternativo (gualchiere, pestelli per frantumare minerali, mantici...), non erano praticabili. 

O forse non c'era trasmisisone di know-how dal settore militare a quello civile perchè l'artiglieria romano-alessandrina era meccanicamente complessa, c'è una ricostruzione di una imbarcazione fluviale per il pattugliamento del limes sul Reno armata di una balista a tiro rapido che usava una catena articolata sul tipo di quelle delle biciclette.

Puù in generale, sulla mancata rivoluzione industriale romana: La *storia spezzata : Roma antica e Occidente moderno / Aldo Schiavone. - Roma \etc.! : GLF editori Laterza, 2002.