Titolo

Solidarietà a Oscar Giannino

3 commenti (espandi tutti)

La tradizione dello squadrismo in Italia si assopisce per un po' poi riemerge prepotentemente nelle speculari versioni nere, rosse, leghiste, o di altra denominazione.

E' una componente del DNA di cialtroni, codardi, frustrati e ignoranti, che trovano un mediocre significato alle loro miserabili esistenze attraverso l'aggressione in branco o nel lancio di estintori.

Quando li si sbatte in galera pero' diventano tutti cocchi di mamma che bisogna comprendere perche' hanno una vita difficile e si sentono senza futuro.

La tradizione dello squadrismo in Italia si assopisce per un po' poi riemerge prepotentemente nelle speculari versioni nere, rosse, leghiste, o di altra denominazione.

A me sembra che l'ispirazione politica dello squadrismo sia in Italia primariamente, di gran lunga, rossa e nera. Ai rossi attribuirei in prima approssimazione anche i c.d. anarco-issurrezionalisti, eredi dei regicidi storici. Invece mi sembra che la dimestichezza con le squadre, le spranghe, e ultimamente gli estintori, delle altre tradizioni politiche, dai cattolici ai leghisti, sia assente o marginale. C'e' poi anche la violenza mafiosa, che pero' non mi sembra assimilabile allo squadrismo.

Naturalmente, come per ogni altro fatto, sarebbe utile fare delle statistiche quantitative.

Con tutto il rispetto, finchè la lega terrà tra i suoi più apprezzati europarlamentari un condannato in cassazione per un azione che definire squadristica mi sembra più che adeguato come Borghezio (http://archivio.lastampa.it/LaStampaArchivio/main/History/tmpl_viewObj.j...) non credo proprio che si possa definire "MARGINALE".