Titolo

Solidarietà a Oscar Giannino

11 commenti (espandi tutti)

cari redattori,

sono molto deluso da questo post. non vogli entrare nel merito della vicenda ma la posizione espressa e soprattutto il modo lasciano trasparire un'evidente volontà di orientare l'opinione. e questo non va bene.

partiamo dall'incipit. 

Oscar si apprestava a partecipare a un dibattito all'Università Statale di Milano,

messa così sembra che il buon democratico/moderato/liberale oscar si apprestasse ad entrare nel rettorato ove partecipare ad un covegno del senato accademico in merito all'opportunità di tassare i suv a partire da 170 o 180Kw.

nella realtà doveva partecipare ad un convegno di azione studentesca, ex fronte della gioventù con persone che nel loro curriculum vantano azioni piromani nei capi rom e quant'altro. forse valeva la pena scriverlo per completezza dell'informazione

ma un gruppo di teppisti lo ha impedito.

e chi sarebbero 'sti teppisti? dal video non si capisce. gli hanno lanciato dei pomodori e lo rivendicano. giusto? sbagliato? non hano dato fuoco alla macchina o al cappotto di giannino come invece hanno fatto coi rom i personaggi che aspettavano il buon oscar al "dibattito"

La presenza della polizia ha evitato esiti più gravi.

questa è fantasia pura... chi l'ha detto? eravate li? avete dei testimoni? ve l'ha detto giannino? mah...

La storia la racconta Oscar in persona su Chicago-blog. Su Il Post potete vedere un filmato dell'aggressione.

allora è sicuramente vero come è sicuramente vero tutto quello che dice minzolini al TG1 "l'ha detto il presidente del consiglio che i comunisti sono cattivi" sarà vero...

il filmato l'ho visto e sono giunto a conclusioni diametralmente opposte. ho visto dei ragazzi che hanno sicuramente sbagliato ad impedire a giannino di fare quel che voleva fare. ma condivido pienamente le motivazioni ed è inoltre evidente che sanno benissimo chi è giannino a differenza di moltissimi commentatori di questo post.

Non c'è molto da aggiungere. O forse solo una cosa. Gli aggressori di Oscar sono certamente dei poveri cretini forsennati.

e qui, un bel giudizio per orientare definitivamente l'opinione non guasta.... i commenti lo dimostrano ampiamente "giannino un vero liberale" puah. (non mi potete impedire il giudizio di disgusto. avete iniziato voi a giudicare)

Questo giudizio, lo enfatizziamo, non ha nulla a che vedere con l'appartenza a una "parte" o all'altra. Riguarda la degenerazione ideologica della normale dialettica che caratterizza una società civile, matura, e libera.
Il problema è la stupidità. Ma stiamo attenti, perché anche gli stupidi possono fare molti danni. Anzi, sono da sempre quelli che fanno più danni.

 

una bella chiusa ecumenica non poteva mancare. qui c'è davvero tutto il peggio. "non è un problema di ideologia", vocaboli "alti" società, civiltà, maturità, libertà... belle parole... ma ragazzi... attenzione agli stupidi... 

un altro bel giudizio a ribadire la chiusura non poteva mancare. vai coi commenti...

mi spiace, vi leggo molto spesso anche se non sono sempre d'accordo ma vi apprezzavo. spero di potermi ricredere

un saluto

gianluca

p.s. forse in amerika non l'hanno detto ma in italia da circa 2 settimane c'è un nuovo governo e "udite udite" ha fatto anche una manovra!!!

eravamo in trepida attesa d quello che con il ditino alzato venisse a diffondere la verità rivelata.  Per insinuare che Giannino interveniva a parlare con persone o gruppi di azione studentesca. E che importanza ha? Fossero stati cinesi o katanghesi cosa cambiava? Le tue preferenze? Hai visto il filmato. E con questo? Se hai visto male sono affari tuoi. Quel che vale è quello che hanno visto tutti tranne te compreso Giannino.Quelli che hanno impedito a Giannino che alla faccia tua è un liberale, sono dei facinoroisi e violenti stronzi.

Non sono un redattore, ma sono deluso dal commento.

Era previsto un rogo durante il dibattito? Credi che Giannino sia l' ispiratore ideologico di simili delitti? E come reagiresti se ai convegni degli indignatos o come cavolo si fan chiamare ci fossero contestazioni violente perchè tanto son quelli che han devastato Roma e non meritano di parlare?

Permettimi poi di osservare che invitare Giannino per questi signori rappresenta sicuramente un segnale di apertura a posizioni liberali: non le condivideranno ma almeno volevano sentirle.Impedirlo contribuisce ad arroccarli nel loro fascismo.

No, mi spiace, ma finchè si parla solo tutti han diritto di dire la loro, compreso il KKK. Ed i contestatori ovviamente: finchè si portano striscioni e si urlano slogan contro (possibilmente non impedendo di parlare ) va tutto bene, ma la violenza è giustificabile solo in dittatura.

E si, lanciare uova e pomodori è violenza, come lo è il bloccare l' ingresso ad un aula.

Poi magari il post si è fatto su Giannino e non su altri perchè lo sentiamo più vicino, ma siamo egualmente schifati dagli sputi a Pannella, i petardi a Bonanni, le statuette a Berlusconi.

E lo siamo molto di piu dai pogrom ovviamente.

PS: non ho letto l' intervento di Giannino su Fukushima, ma a parte che come ricorda Bernasconi un po' di debunking ci sta bene (l' incidente è grave, ma molto meno di quanto appaia dai media), se pure fosse completamente sballato non sarebbe un motivo per attribuire nessuna ideologia.

 

Ho cancellato l' ennesimo commento di Italo che giustificava il lancio di uova.

E visto che c'ero ho disattivato l' utente.Scriva quel che vuole, ma non qui.

Veramente contestavo il fatto che l'iniziativa di Giannino potesse avere una utilità pubblica qualunque o una sua liceità, visto che Azione Giovani è nata sulla base del rifiuto dell'antifascismo.

Se qualcuno avesse voluto contestare a Giannino il fatto di legittimare un gruppo di estrema destra reazionaria (per fare un'ipotesi, senza entrare nel merito della questione) partecipando ad un loro dibattito, c'erano mille e milia modi per farlo in modo molto efficace e con indubbia visibilità (ovviamente commisurata all'evento).  Il fatto che tali personaggi abbiano usato la violenza per impedire che si svolgesse il convegno (perché di questo si tratta, a partire dal fatto banale che Giannino non si è certo fatto imbrattare volontariamente i vestiti) è sintomo di un atteggiamento "anti-politico" nemico del vero impegno politico e civile, che purtroppo sembra caratterizzare non solo certi ambienti ma anche l'Italia in generale.

Certo che c'erano metodi migliori. Ma Giannino poteva evitare di partecipare a quel convegno. Quello che ho evidenziato è che l'interazione Giannino-fascisti aveva molte probabilità di portare a conseguenze negative più che positive.

Già che c'era, poteva anche evitare di farsi crescere la barba, poteva mettersi parrucca e naso finto e parlare solo al tuo comando o a quello degli 'studenti'.

No, questo no. E sai che divertimento a controllare Giannino ?

Mi dispiace ma non sono d'accordo. Proprio perchè la mia reazione istintiva sarebbe "i fascisti non devono parlare e chi ci parla è peggio di loro perché li legittima". La tolleranza purtroppo comincia con il reprimere i propri istinti, anche se "li odio, i nazisti dell'Illinois

ricopio qua quanto già scritto + sotto ma evidentemente non letto.

la mia era una critica all'impostazione dell'articolo redazionale e non al buon giannino del quale onestamente non m'importa nulla...