Titolo

Paginetta di appunti (I): Come si "ripaga" il debito pubblico

1 commento (espandi tutti)

Dovessi analizzare il problema di come ridurre il debito della mia azienda, oltre ad intervenire sulle voci di conto economico e prima di ipotizzare azioni sul passivo di bilancio lavorerei sull'attivo dello stato patrimoniale, in particolare 1) liquiderei le eventuali disponibilità liquide, 2) dismetterei il patrimonio immobiliare non strumentale, 3) effettuerei un lease-back sul patrimonio immobiliare strumentale, 4) deconsoliderei le partecipazioni ad alta leva.

Trasferendo le considerazioni appena fatte alla questione relativa al debito pubblico, si potrebbe ipotizzare di liquidare le riserve auree e di deconsolidare la Cassa Depositi e Prestiti; gli importi di questi due ipotesi sono nell’ordine di €120-140 mld.

Gli effetti di quanto ipotizzato al punto 2) sono ben noti, come sono ben note le resistenze e le difficoltà ad attuare un serio piano di dismissioni.

Quanto ipotizzato al punto 4) è sicuramente una “deprecabile azione di ingegneria finanziaria”, ma potrebbe avere effetti positivi sia sul costo, che sulla durata del debito. Più di un dubbio permane sul fatto che questa operazione venga considerata fuori dal perimetro del debito pubblico.