Titolo

Il governo Monti, i Politici, e la Fase 2

1 commento (espandi tutti)

Si, c'e' il Mercato finanziario. Ma questo c'era anche tra luglio e novembre 2011, e abbiamo visto l'effetto che ha fatto. L'effetto della pressione del mercato finanziario sui politici italiani e' quello di accettare un aumento di tasse, mai un taglio della spesa, una riforma della giustizia, del mercato del lavoro ecc. (in sintesi, "liberalizzazioni")

Quindi e' facile prevedere che all'annusare di nuove elezioni gli spread aumenteranno ancora, e P decidera' di aumentare le tasse di nuovo.

P non capisce che "liberalizzazioni" e' quello che serve per tentare di uscire dal buco. P non vuole farlo perche' pensa che sia contro i suoi interessi.

Come accennato da un commento sopra, si potrebbe pensare al ruolo dell'opinione pubblica O. Se M sara' in grado di mobilitare O contro P, potrebbe sperare di avanzare qualche "liberalizzazione", ma per diversi motivi (davvero M ha le capacita' e la volonta' di farlo? davvero O sarebbe recettiva allo stimolo di M?) questa e' una opzione abbastanza irrealistica.

Penso.