Titolo

Il governo Monti, i Politici, e la Fase 2

1 commento (espandi tutti)

Caro Christian, essendo (insieme a Dino Gerardi) il docente del corso di teoria dei giochi a Torino, sono ovviamente chiamato in causa. Ti confermo che il programma del corso di laurea triennale di Economia e Commercio non prevede un corso specifico di teoria dei giochi. Sono assolutamente d'accordo con te che sarebbe molto utile avere un corso del genere al secondo o terzo anno, ma io sono un "matematico", e quindi la mia opinione conta fino ad un certo punto. I colleghi economisti pensano che corsi su argomenti piu` "applicati" siano ancora piu` importanti. (Non so quanto venga fatto nel contesto del corso di Micro I, ma dubito che siano piu` che cenni).

Il corso esiste nella Laurea Magistrale (LM), che come ha correttamente notato Roberto viene tenuta in inglese e non in italiano. In realta`, non fa neanche parte del piano di studi della LM in Economics --sempre perche' ci sono materie piu` importanti da studiare-- ma di quello della LM in Quantitative Finance and Insurance. Pero` puo` essere seguito anche da studenti di altre LM come corso complementare. Ad onor del vero, devo anche osservare che il corso e` solo per meta` (21 ore) di teoria dei giochi vera e propria, mentre l'altra meta` (21 ore) e` di teoria delle decisioni. Infatti si chiama Games and Decisions (come il vecchio corso in italiano si chiamava Teoria dei giochi e delle decisioni). C'e` pero` un corso di sola teoria dei giochi che Dino insegna al Collegio Carlo Alberto, e che puo` essere frequentato anche da "esterni".

In ogni caso sono a tua disposizione per ulteriori approfondimenti. Un saluto e auguri di buone feste, anche agli altri frequentatori del sito che si sono letti tutto questo OT.