Titolo

Il governo Monti, i Politici, e la Fase 2

3 commenti (espandi tutti)

E' uscita la bozza del decreto sulle liberalizzazioni, la bozza sembra smentire l'ipotesi di Giulio Zanella, ma non è detto che il decreto sia approvato. L'ho letta, e mi sembra una sterzata decisa, e non una lenzuolata, tre i passaggi, secondo me, chiave:

Capo I

Art. 1

"... sono abrogate le norme che prevedono autorizzazioni, limiti numerici, licenze, nulla osta o preventivi atti di assenso della Pubblica Amministrazione". Della serie: cari burocrati addio al vostro potere del timbro.

Art. 2

Leggetevelo, che è tutto un programma, praticamente saldi, vendite straordinarie, promozioni, sono assolutamente liberi,  niente autorizzazioni, divieti, niente di niente. Mercato e così sia.

Quello che mi piace di più (per il significato, non per altro).

Capo III (delle professioni)

Art. 7

"Sono abolite tutte le tariffe, sia minime che massime"

Io, personalmente, questa sulle tariffe, la inciderei nella pietra. La "tariffa" è il sogno di ogni monopolista, agente oligopolista e delle coprporazioni, la loro sola abolizione vale un sorso di buon prosecco.
P.s.

La Fase 2 si presenta, nulla vieta che possa essere  silurata dal peggior Parlamento degli ultimi venti anni, quello che crede che Ruby sia la nipote di Mubarak, e che Nick' o mericano sia un perseguitato della magistratura,ma temo che di fronte a questa ipotesi torni a fare la voce grossa il Capo dello Stato, e l'ipotesi di un candidato Monti alle elezioni faccia tremare i polsi a chiunque. Quindi spero che l'ottima analisi di Giulio sia errata nelle conclusioni.

non mi piace la parte sull'accesso alle professioni(il tirocinio all'università è un palliativo va abolito l'esame di stato tout court), la timidezza sui notai (solo 500. anche qui libero accesso)e sulle farmacie (una ogni 3000 abitanti again libero accesso.)

Quindi spero che l'ottima analisi di Giulio sia errata nelle conclusioni.

Lo spero tanto anch'io, credimi :-)

Vedremo la versione finale (era tutt'altra materia, ma anche ai tempi di Tremonti circolo' una bozza di decreto piena di cose meravigliose e tutti sappiamo come ando' a finire: tieni a mente, Marco, che questi si preparano a contrattare coi partiti; bisogna che partano alti per ottenere qualcosa) e soprattutto il voto.