Titolo

"Operazione Cortina": una polemica inutile

2 commenti (espandi tutti)

Caro Andrea, condivido al 98% l'articolo (e mi manca il tempo, fra un candidato e l'altro, per disquisire sul 2% che non condivido) ma sia il titolo che l'incipit sono decisamente in contraddizione con il resto e con i fatti.

La polemica e' evidentemente utilissima, sia perche'  tu pure vi contribuisci, sia per la rilevanza socio-politica del tema, sia per la confusione nella mente di molti italiani, sia perche' (alla luce dell'insorgere di decine di critici dell'operazione Cortina, soprattutto ed anzitutto nelle schiere PdL+LN) era assolutamente necessario rendere palese che la relazione da molti istituita fra "stato di diritto liberal-democratico, liberta' individuali, eccetera" e "le operazioni come quella di Cortina del 30/12/2011 sono inaccettabili" e' completamente ingiustificata.

Inoltre: non mi pare proprio tu pensi che abbian ragione "tutti, o quasi" a meno che quel "quasi" non sia super ampio e poco quasi.

Mi sembra, ma se sbaglio mi scorreggerai,  che dal tuo testo si possa evincere che ho ragione io e quelli che han sostenuto la mia stessa posizione (una minoranza nella quale sino a smentita tua conto anche te) e torto gli altri che, a guardare alla rete, sono la maggioranza. O no?

P.S. Non ho tempo per leggere i commenti, quindi mi scuso se per caso queste osservazioni erano gia' state fatte. 

Massi forse il titolo manda fuori strada. Il fatto e' che non ho trovato nulla di errato in giannino e soprattutto in Ricolfi se non il fatto di aver tirato fuori il discorso proprio ora (non che non l'avessero fatto anche in passato, ma il punto e' che l'hanno fatto proprio adesso, quasi a voler sottolineare una contrapposizione di quello che scrivono Con l'operazione). hai ragione, la polemica non e' inutile e mi ritrovo anche in quello che hai scritto oggi su fb (che non credo sia linkabile e forse e'anche inaccessibile ai non iscritti). Mi scuso per la brevita' sono in viaggio.