Titolo

"Operazione Cortina": una polemica inutile

2 commenti (espandi tutti)

L'operazione Cortina è stata un'operazione di marketing, insomma uno spot pubblicitario per propagandare il nuovo corso. Del resto la GdF ha tutti gli strumenti per intervenire senza fare chiasso. Se vuole scovare i finti poveri è sufficiente chiedere alla motorizzazione l'elenco dei possessori di auto di grossa cilindrata e fare le necessarie verifiche incrociate, stesso dicasi per gli yacht, gli aerei privati, le seconde case ecc.

Polemiche a parte da questa vicenda emerge un altro dato. Gli interventi di alcuni esponenti del PdL fanno capire molto bene come mai fino a questo momento la lotta all'evasione è stata fatta soltanto a parole. Non è un problema che riguarda solo il PdL chiariamoci, loro hanno avuto la sfiga di restare in Italia mentre gli altri erano al sole delle Maldive.

Detto questo spero che ora si faccia una lotta seria all'evasione che non comporta necessariamente colpi di scena ma un intenso ed incessabile lavoro a tavolino confrontando gli stili di vita con i redditi dichiarati. Con questo certo non si scoprirà tutta l'evasione ma sicuramente una bella fetta. Spero inoltre che prima o poi anche in Italia venga introdotta le pena detentiva per chi evade, che tra l'altro sarebbe anche un aiuto a combattere la mafia, non dimentichiamoci che Al Capone finì dentro per evasione fiscale, non per associazione mafiosa.

Se vuole scovare i finti poveri è sufficiente chiedere alla motorizzazione l'elenco dei possessori di auto di grossa cilindrata e fare le necessarie verifiche incrociatea...

non proprio, non si può risalire a chi ha in uso effettivamente la vettura se non controllando sulla pubblica via. nei contyrolli io non ci trovo nulla di male. ma il dato rilevato deve essere solo un indizio, mica la prova regina o l'argomento propagandistico.