Titolo

"Operazione Cortina": una polemica inutile

4 commenti (espandi tutti)

A.E., INPS e EQUITALIA hanno diffuso i seguenti dati che sono per forza veri in quanto chiunque potrebbe chiederne l'evidenza analitica

image

 se le imposte e contributi ordinari fossero rimasti costanti avremmo dovuto trovare per il 2010 25,4 miliardi in più; questa è la situazione in miliardi 2009 e 2010 da QUI pagina 6

imposte dirette 222,9 226,7

imposte indirette 206,1 216,5

imposte in conto capitale 12,3 3,4

contributi sociali 212,6 212,9

totale variazione 5,6 miliardi

la diminuzione del gettito delle imposte in c/c  ci costringe ad andare nel dettaglio.

Iniziamo dai contributi sociali:

Istat qui ci dice che sono aumentati del 2,23% (in linea con l'aumento delle rertibuzioni lorde 2,19% ) e qui ci dice che l'occupazione è stata sostanzialmente costante (-0,14%)

L'insieme avrebbe dovuto comportare un aumento dei contributi sociali di 4,4 miliardi che aggiunti ai 6,4 recuperati dall'evasione dall'INPS fanno 10,8 miliardi  contro gli 0,3 che si trovano nel conto economico delle amministrazioni pubbliche. i. Dove sono finiti i rimanenti 10,5 miliardi?

Entrate tributarie:

La diminuzione delle imposte in c/c è dovuto all'esaurirsi delle entrate a fronte dello scudo ed a una diversa temporizzazione di acconti e saldi delle imposte sostitutive sugli interessi bancari e da obbligazioni: possiamo pertanto ragionare sulla somma dirette + indirette che ricordo essere (miliardi, 2009 2010) :

429,0 443,2 delta 14,2

Imposte dirette (si veda anche qui)

L'andamento (vedi sopra) delle retribuzioni lorde (+2,19%) e dell'occupazione(-,14%) avrebbe dovuro comportare più di un +2% delle ritenute (circa 135 miliardi) e delle addizionali (circa 11 miliardi), (più perchè l'incremento delle retribuzioni sconta tutto l'aliquota marginale).Dal bollettino delle entrate si puo vedere che le altre dirette non in c/c sono rimaste sostanzialmente costanti e quindi l'andamento dell'economia avrebbe dovuto comportare per le imposte dirette un aumento di almeno 3 miliardi.Il conto economico riporta un aumento di 3,8 miliardi.

imposte indirette

La parte del leone la fa l'IVA (circa 110 miliardi); consumi e investimenti (qui) sono aumentati del 2,4% che avrebbe dovuto comportare un aumento dell'IVA di 2,7 miliardi. Il bollettino delle entrate ci dice che l'IRAP è stata costante mentre le altre imposte indirette (accise, bolli, auto, giochi eccetera sono diminuite di circa un miliardo. Pertanto in via ordinaria le imposte indirette avrebbero divuto aumentare di 1,7 miliardi. Il conto economico riporta un aumento di 10,4 miliardi.

Pertanto l'aumento di gettito dirette e indirette non riconducibile all'andamento dell'economia è stato di  9,5 miliardi ( 3,8 - 3,0 + 10,4 -1,7) metà dei recuperi, anche in questo caso indiscutibili, comunicati da  A.E./EQUITALIA  uguali a 19 miliardi.

Dove è finita l'altra metà? 

Riassumendo: il conto economico riporta un aumento delle entrate fiscali (dirette, indirette e contributi sociali meno imposte in c/c per il motivo spiegato sopra) di 14,5 miliardi, abbiamo calcolato che almeno 9,1 miliardi (dirette 3,0, indirette 1,7 , contributi 4,4) sono riconducibili alle entrate normali: rimangono pertanto 5,4 miliardi di gettito straordinario contro i 25,4 recuperati. Dove sono finiti i rimanenti 20 miliardi? Io non riesco a spiegare diversamente il fatto se non con una "nuova" evasione. . Sono molto interessato a prendere in considerazione ogni altra ipotes

ipotesi

marco esposito 9/1/2012 - 17:35

Che qualcuno bari con i numeri mi sembra, a questo punto, l'ipotesi più probabile. Ho seguito i tuoi numeri, non sono tanto d'accordo che le imposte dirette scontino tutta l'aliquota marginale, ma è un punto di lana caprina, se effettivamente sono stati recuperati 25,2 miliardi da qualche parte devono stare. A meno che nel bilancio dello Stato non ci aia una posta diversa petr le entrate da equitalia.