Titolo

La riforma del valore legale: follie dirigiste in agguato

1 commento (espandi tutti)

Posso essere in gran parte daccordo con la prima frase, molto meno con il seguito.
Come Marino ha fatto notare ci sono delle competenze (parlo dei beni culturali che è un po' il mio campo) dove il privato è presente poco o nulla e il "lavoro" vero e proprio è fatto più di "esperienza" che di "scienza". Purtroppo con gli attuali meccanismi chi "sa fare" è tagliato fuori e chi sa "cosa" ma non "come" prende decisioni ... ad capocchiam!