Titolo

La responsabilità indiretta dei magistrati e i privilegi corporativi della magistratura

1 commento (espandi tutti)

 secondo i sostenitori dell'emendamento, dopo tre gradi di giudizio con esito identico contro quale dei tre (o almeno dei due che hanno giudicato nel merito) potrebbe essere diretta l'eventuale azione ? Non sarebbe debole sostenere che hanno sbagliato in tre ,indipendentemente e in tempi diversi?

 

Infatti, direi che hai centrato il problema. In ogni caso, di fronte a tre gradi di giudizio uniformi che, poniamo, non hanno visto un qualche elemento probatorio risultante dagli atti, dovrebbero rispondere tutti i giudici.

 

 nel caso di collegi giudicanti l'azione sarebbe diretta a tutti i componenti?

 

Tranne contro quelli che abbiano messo a verbale una c.d “dissenting opinion”, cosí come prevista e regolata dall´art. 16 della legge 117/88

 

E gli eventuali giudic popolari?

 

Sul punto ti rimando al comma 3 dell´art. 7 della legge 117/88, per cui:

3. I giudici conciliatori e i giudici popolari rispondono soltanto in caso di dolo. I cittadini estraneialla magistratura che concorrono a formare o formano organi giudiziari collegiali rispondono incaso di dolo e nei casi di colpa grave di cui all'articolo 2, comma 3, lettere b) e c)

 

---  il pm puo anch'egli essere oggetto di azione risarcitoria (visto che si parla di responabilità del giudice)?

 

Secondo me sí, se con la sua condotta colposa ha contribuito ad indurre in errore il Giudice.

 

Se primo e secondo grado dovessero sempre avere lo stesso esito e se ogni rinviato a giudizio dovesse sempre essere condannato sarebbe inutile l'esistenza dell'appello e del processo.

 

Ineccepibile.  Aldo for President :-)