Titolo

Protezione dell'occupazione: alcuni effetti economici e un'idea per riformare

6 commenti (espandi tutti)

La mia esperienza è quanto ti dico, non ho avuto la fortuna di lavorare per molte multinazionali. In una il controllo dei costi e del budgeting era condotto a livello maniacale nei piccoli contratti, ad ogni modo per politica non prendevano free lancer. Dopo esser passati a SAP non avevano di fatto un ITC, tutto affidato fuori.

SAP in Italia sembra un casino, ci sono molti consulenti che procedono a suon di procedure Z salvo poi accorgersi che i loro sistemi non sono manutenibili e ogni aggiornamento è fuori discussione. Le aziende visto l'enormità che costa SAP inizialmente si rivolgono a consulenti a più buon mercato. Dopo aver dilapidato soldi su soldi si decidono a lasciar stare e si rivolgono alle aziende più quotate, le quali fatturano cmq meno di 1000 € al giorno per consulente. E le cose cominciano a girare. Ai freelance arriva circa la metà. La cosa stupefancente è che in un progetto di implementazione SAP non  riescono mai a stare nei tempi e nelle cifre stabilite, non esagero se penso che ci sono aziende che ne escono stremate.

Io lavoro ad un terzo di quella somma, ma sono un mero programmatroto Java/Ror.

SAP in Italia sembra un casino, ci sono molti consulenti che procedono a suon di procedure Z salvo poi accorgersi che i loro sistemi non sono manutenibili e ogni aggiornamento è fuori discussione.

E' un problema classico dei mercati in cui l'acquirente non sa cosa compra, ed il venditore riesce a rifilare patacche assurde. Quando dei conoscenti mi chiedono consigli per implementare SAP gli dico sempre che per prima cosa devono procurarsi un capoprogetto interno esperto. Costa, ma molto meno delle cazzate che risparmia.

Amen!

Alessandro Riolo 23/2/2012 - 16:25

 Quando dei conoscenti mi chiedono consigli per implementare SAP gli dico sempre che per prima cosa devono procurarsi un capoprogetto interno esperto. Costa, ma molto meno delle cazzate che risparmia.

Amen. Mia moglie fa quel lavoro, risparmia ai suoi datori di lavoro milioni.

Io lavoro ad un terzo di quella somma, ma sono un mero programmatroto Java/Ror.

Per dare una base quantitativa al nostro discorso, questi sono i dati sulle offerte su SAP a Londra. Vedrai che la mediana è bene o male piatta sulle £450 al giorno dal Settembre 2005. Le offerte pubbliche di oltre £600 sono solo il 10%, ma in realtà sono di più perché per cifre elevate generalmente si tratta confidenzialmente (nel 50% delle offerte su SAP non ci sono le proposte economiche). La misura oraria a £20 è un'aberrazione dovuta al basso numero di offerte catturate (6).


Su Java ci sono il quadruplo di offerte, e c'è più tendenza a pubblicare la proposta economica (75% dei casi), e siamo anche là sui £450 giornalieri (era £500 nel 2010).

 

Il mercato su Ruby è 1/3 di quello SAP, c'è la stessa trasparenza che su Java, ma offrono meno, intorno ai £375 (nota un 10% delle proposte oltre quota £500).

 

Il mercato su .Net è cinque volte quello SAP, stessa trasparenza che su Java, offerte medie sui livelli di Ruby (£375).

 

Per finire un bello sguardo generale. Una buona parte di queste offerte sono per lavori presso multinazionali, attraverso agenzie a cui andrà max 25% (di solito il 20% al primo contratto con uno specifico cliente, poi si va a scendere, la media sarà 10%-15%), quasi sempre a spese del committente.

Beh, le tariffe vanno anche pesate con il costo della vita. 250 € a Milano è una miseria, in periferia ci campi degnamente.

Il mercato degli sviluppatori sta vivendo un cambiamento quasi epocale. Cercando lavoro per programmatori (senza specificare il linguaggio) la stramaggioranza degli annunci sono relativi a factotum php. Devono sapere html 4, 5, css ogni versione, due rdbms, usare photoshop, sistemista linux, opzionale sapere PHP.

.NET poca roba (soprattutto asp), Java qualcosina, Ruby non si vede ancora, C / C++ spariti. Il paradigma web sta sfondando. 

Ovviamente in Italia non sai mai cosa offrono se non ti chiamano, però il fatto che alcuni di questi lavori sono presentati come "stage" formativi con il solo rimborso spese... non credono offrano gran ché.

Odio profondamente questa cialtroneria...

Parlo in prima persona, faccio il consulente informatico. Ho vissuto 7 anni a Milano, 4 a Dusseldorf e da gennaio sono a Londra.

Posso confermare anche per mia esperienza diretta che i prezzi sono quelli, a parte in finanza dove si parte dai 600 pounds al giorno e si arriva ai 1000 (sempre per programmatori Java).
La vita a Londra complessivamente non e' piu' cara di Milano. Case e trasporti costano di piu' ma paghi un filo meno tasse e la vita in generale (vestiti cibo servizi) costa abbastanza di meno. In Germania costava molto di meno ma le tasse sono piu' alte che in Italia e devi pagare la sanita' privata se sei professionista.