Titolo

Protezione dell'occupazione: alcuni effetti economici e un'idea per riformare

2 commenti (espandi tutti)

questo è proprio il caso in cui l'avvocato ti spenna come un limone e ti spreme come un pollo. A meno che il magazziniere si impegni in focosi amplessi con la signora Brambilla durante l'orario di lavoro e trascurando le sue mansioni, NON è giustificato motivo, e allora devi coprirlo con qualche altra motivazione. Poi magari esce fuori che tre mesi prima al magazziniere avevi dato una gratifica per il lavoro svolto, per cui licenziarlo per scarsa produttività non regge...

soluzione? mai dare gratifiche :)

scherzi a parte, da poco esperto nella materia e senza aver letto tutti i commenti, dico la mia.

E' chiaro che così come è il sistema non va e va modificato. Contratto unico a T. I. con garanzie progressive (più aumenta l'età lavorativa più l'azienda deve sostenere costi maggiori se ti licenzia, ma può cmqe farlo). La paga oraria all'inizio deve aumentare rapidamente per far si che il 30enne guadagni di più del 50enne compensando così la sua più facile licenziabilità. abolizione di cig straordinaria sostituita da indennità di disoccupazione. Dovrebbe esser più o meno la proposta Ichino, ma come ho detto non sono esperto e mi scuso in anticipo se non è così.

Vorrei chiudere con una commento sulla strategia del governo. Con le liberalizzazioni s'è mostrato soft, sia nel decreto presentato e sia nell'iter parlamentare. Non ho sentito nessun ministro dire che si preseguiva anche senza i partiti in qust'ambito. Grave errore, che presta il fianco a critiche sulla riforma del lavoro. Mi sbaglierò, ma la presentazione di una riforma degli ammortizzatodi sociali per il 2018, cioè sine die, è anche frutto di quest'errore.