Titolo

Due implicazioni del caso Lega Nord

1 commento (espandi tutti)

e tutti elementi inconciliabili coi valori della liberaldemocrazia basata sul confronto e la competizione democratica di parti e opinioni diverse.

in astratto magari è vero. In concreto, se uno esamina la politica culturale del PCI, il suo dibattito interno e la sua politica (di cui sono molto critico, tra l'altro) non lo è.

Visto che non stiamo parlando di Bordiga, ma al massimo di Amendola e Berlinguer, delle due l'una: o il PCI negli anni '80 era un partito antisistema e quindi andava sciolto, e qualunque strumento per opporvisi era lecito, o non lo era. 

 A me sembra un ragionamento come dire, ass-backward: le élites italiane cattocomuniste (c'erano solo loro? ) devono essere per forza il peggio del peggio del peggio, perché così si può giustificare il sostegno a élites (parola grossa...) come quelle intorno a Berlusconi e Bossi. Altrimenti, se si accetta che Amendola, Ingrao, Moro, La Malfa sr. o chi altro erano anche solo uno 0,1% meglio di B&B tutta la costruzione crolla.