Titolo

Due implicazioni del caso Lega Nord

3 commenti (espandi tutti)

Lo dico in particolare a Marino Bib e F.Ginelli (...)

Alberto, lo discussione e' evidentememnte degenerata. Prendo atto che i tuoi argomenti si basano su un anticomunismo macchiettistico, sulla profonda ignoranza delle passate dinamiche del PCI e dei suoi intellettuali d'area e sulle bislacche affermazioni di un'anonimo sprovveduto che passava di qua.

 

Discutere, anche su posizioni fortemente critiche, la politica culturale del PCI e degli altri partiti di sinistra puo' essere interessante (anche se off-topic), fare discorsi da bar per autorassicurarsi nei propri preconcetti ovviamente no, quindi finiamola pure qua che perdiamo solo del tempo.

In effetti credo che sulla discussione non si sia fatta molta chiarezza.  Un conto è dire che il PCI abbia promosso l'istruzione di massa: è molto plausibile, anche se si dovrebbe verificare quanto le sue posizioni si discostassero dalla DC. Diverso è affermare che abbia anche dotato l'italiano medio di una buona cultura politica--e citare genericamente il dibattito interno del PCI non mi sembra sufficiente; bisognerebbe quantomeno approfondire le posizioni effettive della corrente per così dire moderata, e le implicazioni della linea pure 'moderata' adottata da Enrico Berlinguer in poi.

Alla fin fine, nella sostanza, si potrebbe ribattere che le elites "intellettuali" italiane erano in gran parte "di sinistra", portatrici della cultura politica e della visione del mondo "della sinistra" di allora, con tutti i guasti che ne conseguono (e sia chiaro che non difendo né i cattolici né certa destra chiaramente illiberale).

Francesco, questo e' un blog e non ho la possibilita' ne' tempo di produrre un saggio sull'argomento. Pero' la tua risposta e quella di Marino Bib non contengono dati ne' riferimenti, ne' cifre ne' confronti, mi sembra che si riducano a liquidare chi discute accusandolo tu di ignoranza, e Marino Bib piu' o meno di essere al servizio della "reazione". Mi sembrano entambi comportamenti indicativi di una cultura politica che si e' formata sui fulgidi esempi del PCI, che per esempio in caso di dissenso non esita a radiare senza contraddittorio Rossanda e Pintor del Manifesto sulla base di una ridicola accusa di "frazionismo".

Riguardo alle tesi politiche dell'anonimo sprovveduto passante sull'egoismo degli imprenditori veneti, una piccola ricerca indica quali elites e come promuovono questo scadente genere di cultura politica, adatta a platee di semianalfabeti e non a cittadini adulti capaci di un leale confronto democratico.

ente di ricerca di area  http://www.demos.it/a00445.php: studio sull'egoismo del nord-est, senza confronti quantitativi con altre aree d'Italia o col resto del mondo

stampa di proprieta' di imprese assistite, schierata sempre o temporaneamente a sinistra

http://mattinopadova.gelocal.it/..., Comuni-troppo-egoisti-il-Veneto-rinuncia-al-patto

http://corrieredelveneto.corriere.it/... Abatantuono: Treviso-metafora-nord-egoista

sindacato: Camusso attacca Tomat «Pratica l'egoismo fiscale»