Titolo

Due implicazioni del caso Lega Nord

2 commenti (espandi tutti)

per quanto qualità desiderabili e auspicabili nei politici, da sole purtroppo non bastano. Occorrono persone di qualità – serie, competenti e professionali

Secondo me la dote principale di un politico non e' la competenza tecnica ma 1) l'onesta' e la capacita' agire per il progresso della sua comunita' e 2) la capacita' scegliere tecnici competenti e in generale di instaurare un sistema meritocratico efficiente per scegliere amministratori e collaboratori. Probabilmente un politico non puo' avere la seconda capacita' se e' privo di un minimo di cultura e di apertura mentale, e sarebbe utile che avesse anche avuto successo nella vita reale in ambito non politico. Non mi sembra invece che le competenze tecniche siano indispensabili per un politico. In Italia poi vedo molte persone ai vertici mondiali nella loro specifico settore culturale o scientifico ma poi con una visione generale della politica e della societa' che per i miei standard considero incompetente e nociva.

L'emergenza in questo momento è sulle questioni economiche (oltrechè essere su quelle morali), ragione per la quale le 'competenze tecniche' in materia credo siano importanti almeno quanto quelle che tu indichi per chi si appresta a governare il paese dopo le prossime elezioni (peraltro è il motivo per cui MM è stato chiamato a dirigere la baracca). Banalmente: se non capisco l'entità e la natura dei problemi non posso affrontarli serenamente e nemmeno scegliere le persone giuste per cercare di risolverli. Quindi in questo momento mi è difficile immaginare un governo politico prossimo venturo i cui membri non abbiano anche le capacità professionali e culturali richieste  dall'emergenza in atto.

Sul discorso del successo personale raggiunto nella vita reale dico 'ni' nel senso che, perlomeno in Italia, il successo personale visibile spesso è imputabile ad altro che non sia la qualità dell'uomo in senso stretto. Ricordiamoci sempre di come funzionano le cose in questo paese: se alle regole del gioco non ti vuoi adeguare il successo te lo puoi solo immaginare. Ci sono sempre le eccezioni ma proprio per questo non costituiscono regola, come sappiamo. E poi non è garanzia di alcunché, SB docet.