Titolo

Per usare bene il bisturi occorrono endoscopi efficienti.

1 commento (espandi tutti)

ed è in ogni caso impossibile da risolvere in quanto, lo ripeto, non esistono e non esisteranno strutture organizzative  in grado di poter progettare e implementare tali infrastrutture.

Anche se si creassero tali organizzazioni i risultati tecnici sarebbero:
a) poco influenti nel rapporto costi/benefici;
b) organizzativamente e politicamente non applicabili/implementabili.

a) :
- abbiamo dei costi ENORMI sui contenziosi degli appalti, l'authority di vigilanza sugli appalti è principalemente finalizzata ad evitare i ricorsi al TAR, quindi generalmente legati all'assegnazione e gestione della realizzazione del bando, a causa di vizi di forma nella scrittura o vizi di contenziosi sulla implementazione della fornitura;
- abbiamo dei costi ENORMI sulla progettazione e i benefici dei beni e servizi che acquistiamo, non dico che non potremmo risparmiare sulla carta igienica, ma sul resto della carta si, purtroppo non c'è nessuno che entra nel merito della progettazione con i requisiti tecnici di indirizzo E ANCORA MENO SULLA NECESSITA' STESSA DEL PROGETTO.
Ho indicato in precedente post come la Regione Sardegna voglia spendere più di cento milioni di euro per tablet e lavagne digitali per le scuole sarde, che saranno obsoleti e distrutti dai ragazzi in due anni, continuando imperterreti  ad avere le scuole senza sistemi informativi. QUALCUNO MI DEVE SPIEGARE CHE CACCHIO SERVE COMPRARLI AL MIGLIOR PREZZO, non certo lo stato italiano che si è complimentato con la Regione Sardegna.

b)
come già detto non ci sono fondi e organizzazioni negli enti per il governo e la gestione dell'ICT, sarebbe inoltre necessario una forte azione politica per  fare delle modifiche alla finanziaria stessa che neanche le associazioni dal basso percepiscono, faccio un esempio su cosa dovrei iniziare a fare se volessi informatizzare gli enti locali:
modificare il patto di stabilità ed alcuni vincoli come quello delle risorse sulla formazione ... e si cari miei, lo stato ha ucciso l'innovazione tecnologica  di tutti i comuni ed enti locali italiani solo agendo sul capitolodi spesa  della formazione; è evidente  che per innovare l'ICT devi alla fine FORMARE il personale dipendente nell'utilizzo delle nuove applicazioni (e non sto neanche parlando dell'organizzazione di progettazione e governance dell'ICT), ebbene tutti i comuni italiani hanno il vincolo di non poter spendere per la formazione più del 50% di quello speso nel precedente periodo (già questo ti uccide l'innovazione), molti comuni che non hanno precedentemente  speso a fondo il capitolo della formazione si trovano il caiptolo con il 50% di un importo che tende allo ZERO, DA ADESSO IN POI I COMUNI CHE INVESTIRANNO IN ICT PER AUTOMATIZZARE E DEMATERIALIZZARE  I PROCESSI NON AVRANNO LA POSSIBILITA'  FORMARE I DIPENDENTI, ANCHE AVENDO UN BILANCIO RICCO  NON POTREBBERO UTILIZZARLO PER QUEL CAPITOLO!!  

A me sembra evidente che in un tale marasma di mancanza di organizzazioni competenti , mancanza di fondi e mancanza di valutazione di impatto delle normative non si può costruire nulla, ancor meno se parliamo di infrastrutture informatiche complesse.