Titolo

Le resistenze alla valutazione della scuola

5 commenti (espandi tutti)

Mia figlia ha fatto le prove INVALSI DI II elementare quest'anno e, dopo mesi di esercitazioni sapete come si sono svolte le prove? Mettendo gli alunni più somari di fianco ai più bravi e dicendogli di dare un occhiata agli esercizi di questi ultimi ma stando attenti a non farsi vedere.... Come pensiamo cresceranno questi nostri pargoli se li sottoponiamo all'italica educazione fin dai 7 anni? Giusto per concludere la maestra incriminata viene considerata dalla maggior parte dei genitori troppo severa...:-)

Giura

Nereo Preto 7/7/2012 - 16:29

Davvero? Cioè, è andata davvero così, la maestra ha suggerito agli alunni di copiare? Provo un certo terrore a pensare - appunto - come cresceranno questi pargoli.

 

Perché succede una cosa del genere? Che ne pensa il preside? Qualche genitore lo ha fatto sapere al preside? E' una pratica comune, altri hanno assistito a cose del genere?

 

Sono devo ammettere un po' scioccato. Tra poco dovrò andare a insegnare un po' in un paese estero, mi sono letto le loro regole di condotta per gli studenti e sono pesantissime: se ti beccano a copiare rischi di essere radiato (è una università, meglio specificare). Questi studenti suppongo creascano con una certa idea di cosa vuol dire competere per un risultato. Noi invece consigliamo di copiare fin da bambini.

 

Come si fa a competere a livello internazionale, quando sarà ora di produrre ricchezza vera, se nella testa dello studente estero "bravo" vuol dire bravo, e in quella dello studente italiano vuol dire furbo? (Scusatemi se dico ricchezza a casaccio, non sono economista, spero si sia capito il senso).

ci ha spiegato Sestito che gli alunni consegnano i compiti ai professori (non i loro, quelli da altra classe) che poi li copiano e li mandano all'INVALSI. Se fossimo un paese serio, suggerirei di dotare tutti gli alunni di un tablet collegato in linea all'INVALSI e mandare un controllore per classe - possibilmente analfabeta così non aiuta.

Ciò dimostra

valerio 10/7/2012 - 18:47

Ciò dimostra che hanno ragione coloro che sono contrari alle prove INVALSI.

Le prove INVALSI non misurano una competenza molto importante che gli insegnanti sono tenuti a trasmettere agli studenti: l'onesta e il dovere civico.

 

Mi scusi ma "in un paese serio" questi insegnanti verrebbero semplicemente licenziati.

Giuro

Riccardo Lodi 10/7/2012 - 17:09

La maestra in questione è la vicepreside, alle mie blande (lo ammetto) proteste mi ha spiegato che non è colpa sua se ha degli alunni asini e non vuole fare brutte figure.
La uccidi, cambi scuola oppure mandi giù il rospo. La prima ipotesi mi avrebbe inguaiato un pò troppo, la seconda non avrebbe migliorato di una virgola la situazione (la componente fortuna è fondamentale)...