Titolo

Una nuova fase per nFA

1 commento (espandi tutti)

Il liberalismo è un movimento-pensiero che non promette nulla di "miracoloso", come invece tanti altri fanno (spesa pubblica che fa arricchire, protezione e redistribuzione per una più "equa libertà", rubiamo ai ricchi per distribuire ai poveri, ecc.).

In Italia, troppi eventi hanno infangato i principii del liberalismo: a partire dalle privatizzazioni degli anni 90, la "discesa in campo" dei liberalidelcazzo e dei "federalisti" della Lega, la solita manfrina del pubblico migliore del privato perché non lucra (però si distribuiscono dividendi nonostante le società siano sempre in deficit), le solite balle (non tutte) sui settori privatizzati negli Usa, ecc...

Questa sarà una grande prova di maturità per noi italiani.
Dobbiamo smetterla di legarci ai luoghi comuni e alla dietrologia, di sognare possibilità che la realtà dei fatti ha già smentito ma che continuiamo ad appoggiare e non si realizzeranno mai. Dobbiamo guardare in faccia alla realtà.

Il liberalismo (liberismo o neoliberismo, che alla fine è la stessa cosa) è poco apprezzato dalla maggior parte degli intellettuali e dei burocrati perché è vero, crudo, schietto, senza illusioni.

Vediamo se sarà la "svolta", ma ritengo ci vorrà molto tempo per convincere noi italiani, e in caso di esito negativo o pessimo non sarà il caso di rinunciare o abbattersi.
Qualcosa verrà.

Concludo dicendo, che ringrazio la redazione per aver preso quest'impegno importante, e di portarlo avanti il più possibile.