Titolo

Una nuova fase per nFA

2 commenti (espandi tutti)

Anche io non sono d'accordo col definire killeraggio dire che cosa ha fatto/scritto OG in passato. Si ha diritto di sapere quale è stato il percorso di chi si appresta a entrare in politica. Poi ognuno è libero di scegliere se tenere in conto il "passato" di un candidato e come. Anzi, a dirla tutta, sarebbe ancora meglio e più credibile se OG stesso spiegasse (forse l'avrà già fatto da qualche parte ma non passo il tempo a seguirlo) come e perché in passato ha sostenuto BS e poi ha cambiato idea, visto che ora si accinge a sostenere un progetto alternativo.

Detto questo, secondo me vale la pena di sostenere questo progetto (OG incluso), a costo di pentirsene in futuro. Sono stufo di votare PD solo perché non riesco a votare altro. E non vedo l'ora di votare un soggetto politico con convinzione! Magari al punto di sostenerlo in modi concreti oltre che con il voto. In bocca al lupo!

amico mio, killeraggio. Non siamo mica nati ieri! Abbiamo avuto il tempo di vIvere le rovine del fascismo, gli ultimi crimini del comunismo, l'integralismo cattolico e i comportamenti e i metodi dei loro epigoni. Abbiamo anche visto l'emergere di volgari arruffapopoli alla Berlusconi o alla Bossi (non parlo di quelli "di sinistra" ne' di quelli "di moda") ai quali molti di noi hanno inizialmente creduto perché promettevano la rivoluzione liberale o il federalismo. Se vogliamo inchiodare qualcuno a un momento del suo passato non abbiamo che l'imbarazzo della scelta di croci ben più grandi di quella cui si inizia a inchiodare Giannino e, con lui, le idee che propone. Io ho creduto alla Lega degli inizi. Non avrei il diritto di pentirmene e di esprimere le mie idee, che poi sono quelle di allora? Ho lavorato per tutta la vita per quella chiavica dell'università pubblica italiana. Non ho avuto l'intelligenza e il coraggio di Boldrin e soci ma non per questo voglio vedermi privato del diritto di sostenere le idee che condivido, e che magari ho modificato nel tempo, e di propugnarle. Alla fine ne' Berlusconi, ne' Bossi sono gli unici babau del panorama italiano. Ne rimangono altri, direi tutti, oggi ben più attivi e, per questo, più pericolosi. E con un vissuto anche piu' inquietante. Vogliamo o no guardare  i dieci punti, come tu fai? Perche' altrimenti dalla foresta di pagliuzze o di travi negli occhi degli altri non ne usciremo mai.