Titolo

Un altro rapporto debito/PIL è possibile (2)

1 commento (espandi tutti)

Infatti quasi tutti i piani di dismissione non considerano vendite dirette (già fallite con l'ultima SCIP, Società Cartolarizzazione Immobili Pubblici) ma attraverso un fondo mobiliare e immobiliare creato ad hoc che dovrebbe acquistare dallo Stato beni mobili e immobili, valorizzarli e quindi rivenderli durante un periodo molto lungo o metterli a reddito.

Il problema si sposta nel trovare i sottoscrittori del fondo tanto che alcuni hanno pensato ad una sottoscrizione forzosa in luogo di una patrimoniale straordinaria.

 

Un altro problema potrebbe essere il seguente: alienando la crema dell'attuale garanzia al debito pubblico si diminuisce il volume del debito del valore dell'alienato  ma il debito residuo, ancora cospicuo, risulterebbe meno garantito e quindi non sarebbero da escludere richieste di interessi più gravosi ad ogni suo rinnovo parziale. (spread più alti)