Titolo

Come dilapidare i frutti di una riforma epocale. Condannati a crescere!

1 commento (espandi tutti)

Nel documento citato si dice

siccome a cambiare infissi, montare caldaie di nuova generazione, montare cappotti, costruire case efficienti, rifare tetti, ecc. non servono macchine, ma persone, si darebbe lavoro ad un sacco di gente facendo tra l’altro ripartire in maniera virtuosa il settore dell’edilizia

Chi pagherebbe? I privati o lo Stato? Se i privati non lo fanno, come fareste a farglielo fare? (Senza aumentare il debito pubblico, come giustamente dite di volere.)

Non è anche questa una proposta per la crescita?