Titolo

Il premio Nobel a Shapley e Roth

2 commenti (espandi tutti)

E' parecchio tempo che non mi occupo della cosa in quanto sono in un match stabile da 20 anni e le mie preferenze non sono cambiate, ma che io sappia le coppie uomo donna (o anche uomo uomo e donna donna) non vengono ancora formate per algoritmo. Quello era un po' un gioco. Nei casi di applicazione concreta della teoria del matching alla Roth, come l'allocazione di studenti a medical internships, studenti a scuole, reni a pazienti, mi sembra che l'eternamente cangiante natura delle preferenze e del mondo sia un problema meno rilevante e un po' esoterico. Forse la tue osservazioni si applicano a contributi piu' astratti. Ma tieni anche conto che se cominci a non tenere fisse le preferenze gran parte della teoria economica crolla.

Algoritmi

Francesco Forti 22/10/2012 - 20:15

Grazie del chiarimento. Per quanto riguarda le coppie di umani forse l'algoritmo esiste ma non è stato ancora del tutto esplicitato. Alcune cose pero' si sanno. L'onere di risorse destinate alla procreazione è nettamente sbilanciato tra uomo e donna per cui la seconda, che avrà il maggior carico, cerca di selezionare un partner stabile e duraturo. Qui la stabilità è un valore e viene ricercata (almeno secondo Dawkins e gli studi che cita) attraverso un periodo di test prematrimoniale molto lungo. Le donne virtuose (santerelline)  selezionanno maschi pazienti capaci di attedere, che sanno che se escono dalla lista di attesa devono ricominciare da capo.  Scartano i farfalloni impazienti, quelli che pansano solo avolare di fiore in fiore. Piu' è lungo il periodo d'attesa e maggiore è la garanzia di una relazione stabile.

Tuttavia questo viene in qualche modo inficiato dalla presenza compensatoria di donne piu' facili, le quali a pagamento ed in modo nascosto soddisfano certi bisogni senza che l'uomo debba "abbandolare la lista d'attesa" delle donne virtuose.  Risultato c'è un equilibrio nella popolazione femminile tra donne facili e santerelline e queste ultime devono ringraziare le prime se l'uomo appare cosi' paziente ed attende mesi (una volta anche anni) prima di un rapporto. Lo stesso vale anche per l'uomo, naturalmente, perché apprezza che la donna che lo fa attendere sia cosi' virtuosa (diversamente se fosse facile avrebbe di che dubitare sulla reale distribuzione del DNA della prole, ben sapendo che ci sono compari "farfalloni" che non aspettano altro). 

Partendo quindi da come la GT è stata applicata allo studio degli equilibri in natura, mi chiedo se cio' che Shapley e Roth hanno individuato contempli il fatto che per essere stabile, una relazione tra due classi che fanno matching finisce per modificare le due classi, diversificandole (nel caso dell'uomo donna avremo uomini farfalloni e uomini seri, donne facili e santerelline) e che che le sottoclassi sono stabili con relazioni anche incrociate.

 

PS: match stabile da 30 anni, festeggiati in maggio