Titolo

Le origini regionali del debito pubblico Italiano

2 commenti (espandi tutti)

Non so decidermi se sia meglio la soluzione che proponi tu o quella di Alberto ma sicuramente, nel condannare i risultati della gestione "fai da te", devi considerare che gli enti locali non rispondevano dei loro fondi e delle loro tasse, quindi era facile prevedere disastri come quelli che stiamo vedendo, perchè pagava lo stato centrale. Un po' come quelli che vanno a vivere da soli, ma l'affitto lo paga papà.

Secondo Iuzzolino e Cannari in “Le differenze dei prezzi al consumo tra Nord e Sud “  pag.15  in “Mezzogiorno e Politiche regionali “ n.2  Banca d’Italia l’indice complessivo del costo della vita risulta 89.3 nel mezzogiorno e 107.8 al centro-nord nel 2006. Sono 17 punti percentuali che nelle grandi città del nord probabilmente sono più alti. Questo implica che a parità di stipendio,  che dovrebbe riflettere uguale produttività , un dipendente pubblico del mezzogiorno ha un stipendio reale più alto del 17 percento.  Questo senza correggere per differenziali di produttività che a mio avviso dovrebbero invece essere considerati.