Titolo

Due argomenti fallaci riguardo alla politica fiscale in Italia oggi. I: Austerita' e recessione

1 commento (espandi tutti)

Direi che il "come" è fondamentale.

Meglio chiarire cosa si intende per "ri-aggiustamento fiscale", se ne si vuole parlare.

Eliminerei poi l'uso del termine "austerità". In quanto a nessun governo è concesso "dilapidare" (il suo contrario), in qualunque situazione economica.

Inoltre, il controllo del bilancio (austerità?) viene qui definito come necessariamente "doloroso".

Non ne capisco il perché, a meno che non preveda aumenti di pressione fiscale.

La diminuzione di spesa non è necessariamente "dolorosa".

Al contrario, la spesa eccessiva è sempre concomitante ad inefficienze qualitative,  ad un sistema sbagliato.

La necessità di diminuirla equivale a quella di ripensarla e ristrutturarla, puntando ad effetti più felici che dolorosi.

Il fatto che i ns. governanti (ministri) non abbiano la più pallida idea di come funzioni il loro stesso ministero è purtroppo l'ostacolo più grande a qualunque ristrutturazione. Ma questo è un altro discorso.