Titolo

Due argomenti fallaci riguardo alla politica fiscale in Italia oggi. I: Austerita' e recessione

3 commenti (espandi tutti)

Intervengo da non Economista, quindi ignorante in materia.

Mi sembra che voi siate dell'idea che l'austerita' fa bene ad un paese come l'Italia, e fin qui...
Pero' mi chiedo anche: fino a che punto si puo' tirare la corda dell'austerita'? Io so che in tante zone prima fortemente industrializzate d'Italia, vedasi l'Emilia Romagna, adesso la situazione e' da brividi, figurarsi il Sud!
Quindi mi chiedo: quando ci si deve fermare con l'austerita' per far ripartire l'economia?
E fino a quando si potra' continuare con una politica fiscale da Torquemada che di certo
non favorisce nessuna "intrapresa" e nessuna voglia di fare?

Per me Monti e' e rimane un esattore per conto terzi,posso sbagliare ovviamente, ma il suo scopo e' quello di risarcire i creditori.

GlI USA si trovano in una situazione a mio parere peggiore: debito stellare, bassa crescita, anzi direi recessione probabile nel prossimo anno, e una Banca Centrale che continua ad usare l'elicottero, ma godono di una tripla A!

L'ignorante non capisce cosa giustifica una tripla A a paesi come glI USA o la Francia, tanto per parlare di un altro paese che NON spaventa gli investitori a quanto pare. Non investirei mai in Treasuries di questi paesi, questo e' certo. Grazie mille e scusate per l'invasione di campo , cerco di capire.

secondo me dipende dal tipo di austerità, termine generico che puo' essere declinato in tanti modi, a seconda di come si interviene sulla spesa (e quali) e sulle imposte (e quali). Poi ci sono le riforme, perché il rigore di bilancio non basta. Semplificazione burocratico-amministrativa, delegificazione, federalismo, miglioramento della qualità dei servizi erogati.

GlI USA si trovano in una situazione a mio parere peggiore: debito stellare, bassa crescita, anzi direi recessione probabile nel prossimo anno, e una Banca Centrale che continua ad usare l'elicottero, ma godono di una tripla A!

 gli Stati Uniti non hanno più la tripla A di S&P, anzi secondo egan jones sono tre tacche più in basso.

Per me Monti e' e rimane un esattore per conto terzi,posso sbagliare ovviamente, ma il suo scopo e' quello di risarcire i creditori.

 brutalità per brutalità: garantire il rimborso dei crediti è condizione ovvia e necessaria affinchè ci siano ancora altri crediti in futuro. fare default significa anche dover pagare tutto, ma proprio tutto, "coi soldi in bocca", e per un tempo indefinito. altro che sognare investimenti di lungo periodo eccecc.